rotate-mobile
Cronaca

Arrestato dopo aver aggredito un agente della Municipale: condannato il ladro

L'uomo, con precedenti specifici, era stato arrestato martedì mattina dopo un breve inseguimento iniziato in Largo Firenze. Alla vista delle divise l’uomo aveva cominciato a piedi in direzione via Tombesi Dall’Ova

Si è concluso con una condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione e 400 euro di multa (pena patteggiata) oltre al divieto di dimora nel Comune di Ravenna il processo per direttissima nei confronti del 33enne marocchino inseguito ed arrestato dopo esser stato sorpreso da una pattuglia della Vigilanza di Quartiere della Polizia Municipale di Ravenna mentre armeggiava all’interno di un’autovettura in sosta, poi risultata rubata.

L'uomo, con precedenti specifici, era stato arrestato martedì mattina dopo un breve inseguimento iniziato in Largo Firenze. Alla vista delle divise l’uomo aveva cominciato a piedi in direzione via Tombesi Dall’Ova. Prontamente inseguito dagli agenti era stato raggiunto in via Mazzini e tratto in arresto con la collaborazione degli agenti dell’Ufficio Polizia Giudiziaria, nel frattempo allertati, per il furto dell’autoradio del veicolo, detenzione di strumenti atti ad offendere (nella fattispecie un fucile subacqueo con fiocina innestata, pronta all’uso) nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Uno degli operatori intervenuti, infatti, cercando di immobilizzarlo, tutelando anche l’incolumità di eventuali passanti, considerata la potenziale pericolosità dell’arma del 33enne, ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni. L'auto, di proprietà di un ravennate che ne aveva denunciato il furto lunedì pomeriggio, è stata immediatamente riconsegnata al proprietario, mentre si è proceduto a sequestrare penalmente gli oggetti illegalmente detenuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato dopo aver aggredito un agente della Municipale: condannato il ladro

RavennaToday è in caricamento