Cronaca Conselice

Conselice, tra polo culturale e piazza coperta: si chiude il processo partecipativo sull'ex Coop

Per la struttura si pensa a un luogo di narrazione e produzione culturale, con web radio e laboratori creativi, ma anche uno spazio aggregativo informale e aperto a tutti

È arrivato alla sua fase conclusiva il percorso partecipativo “C’è spazio per te”, promosso dal Comune di Conselice, e dedicato agli spazi dell’ex-Coop in piazza Felice Foresti. La struttura era già stata oggetto, negli anni passati, di un percorso partecipativo che aveva indagato i bisogni dei cittadini e le opportunità offerte dall’ex-Coop. Questi primi risultati hanno fornito le basi per una riflessione sistemica sulla città pubblica e sui beni comuni di Conselice.

In quest’ottica gli spazi dell’ex-Coop sono stati individuati come punto chiave di una rigenerazione urbana, sociale e culturale che mira a coinvolgere piazza Felice Foresti e, in generale, la città tutta. Un “nuovo” centro civico, un’hub di comunità dove la sperimentazione e l’innovazione convivono con la coesione e l’inclusione. Varie erano le questioni in gioco: come gestire e animare la futura “piazza coperta”, come renderla davvero di tutti facilitando le convivenze tra età e bisogni diversi, come combinare usi strutturali con progetti più estemporanei.

Per rispondere a queste domande il percorso ha alternato varie fasi e diverse sono state le modalità di coinvolgimento della comunità. Inizialmente sono state svolte interviste e focus group per articolare in maniera più precisa i bisogni della comunità, 44 sono state le persone contattate. Un’attenzione particolare è stata dedicata ai bisogni di ragazze e ragazzi, 21 di loro hanno partecipato a un focus group dedicato. Alla parte più strutturata sono state affiancati alcune giornate di osservazioni e interviste informali sul territorio, in questa esperienza sono stati coinvolti 47 abitanti. È stato successivamente elaborato e condiviso con la cittadinanza un questionario per fornire un riscontro quantitativo alle esigenze emerse nella prima fase. Il questionario ha ricevuto 372 risposte e ha contribuito a delineare un quadro più preciso.

Un ulteriore arricchimento del percorso partecipativo è stato rappresentato dal confronto con il Comune di Cervia che, nella frazione di Pinarella – Tagliata, ha innescato un percorso dai tratti molto simili a quello di Conselice. La dirigente responsabile del percorso cervese è entrata a far parte del Comitato di Garanzia (un organo di monitoraggio) del percorso “C’è spazio per te” permettendo uno scambio costante tra le due esperienze. Il percorso partecipativo è stato sostenuto dalla Regione Emilia – Romagna.

I risultati del percorso partecipativo dedicato all’ex-Coop di Conselice

Iniziato in febbraio, il processo che aveva come oggetto gli spazi dell’ex-Coop è stato un percorso della durata di sei mesi che ha conosciuto diverse modalità di coinvolgimento, dai focus group ai questionari online. Partendo da queste premesse e dal progetto di riqualificazione degli spazi che interesserà l’ex coop i partecipanti hanno evidenziato con precisione alcune priorità e attenzioni. Per quanto riguarda l’identità di questi spazi la chiave è stata trovate nell’idea di polo culturale in senso molto ampio: un luogo di narrazione culturale, che parli del territorio e faccia immergere nella storia di Conselice, un luogo di produzione culturale, tra web radio e laboratori creativi, e, infine, un luogo di welfare culturale, ovvero uno spazio aggregativo informale e aperto a tutti. 

Si immagina inoltre uno spazio in cui usi più stabili si combinino con altri temporanei. Le funzioni immaginate sono, infatti, di vario tipo: soprattutto la parte della comunità più giovane ha espresso il desiderio di avere uno spazio attrezzato per realizzare una web radio e uno studio di registrazione, altra esigenza è quella di uno luogo adatto al coworking che funga anche da spazio di studio attraverso una suddivisione degli orari. Ricca anche la sezione della produzione culturale e artistica con spazi dedicati ai laboratori per grandi e piccoli e un’area con una struttura palco per esibizioni, proiezioni e convegni. La convivenza tra attività diverse, usi differenti esige un’accurata programmazione e cura della logistica. Per questo motivo la prenotazione di alcuni spazi si alternerà con dei momenti, che potrebbero essere i weekend, di uso completamente libero della “piazza”. Per quanto riguarda la gestione e la programmazione della “piazza coperta” si immaginano diverse figure di riferimento che si coordineranno, inizialmente, con l’Amministrazione e poi con una direzione del centro.

Tutte le proposte emerse sono state raccolte in un Documento di Proposta Partecipata, validato dalla Regione Emilia-Romagna e inviato all’Amministrazione Comunale di Conselice, che lo ha accolto con l’impegno di seguire i risultati del percorso come linee guida per l’allestimento degli spazi e la futura gestione del centro. Inoltre, grazie alla collaborazione del Servizio politiche giovanili dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, è stato candidato ed ha raggiunto il finanziamento regionale del Bando 2021 della L.R. 14/2008, il progetto di allestimento dello spazio attrezzato per la radio web e studio registrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conselice, tra polo culturale e piazza coperta: si chiude il processo partecipativo sull'ex Coop

RavennaToday è in caricamento