rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Faenza

Faenza, i consigli di Enpa per proteggere cani e gatti dai petardi

"È importante - esordiscono dall'Enpa di Faenza - che tutti comprendano quanto un momento di festa per alcuni sia invece motivo di sgomento e terrore per altri: chi ama gli animali non spara botti"

Arriva Capodanno, la notte più difficile per migliaia di cani, gatti e animali domestici in generale. I tradizionali festeggiamenti col “botto” sono vietati in un sempre maggior numero di comuni in Italia, anche se non ancora su tutto il territorio nazionale. "È importante - esordiscono dall'Enpa di Faenza - che tutti comprendano quanto un momento di festa per alcuni sia invece motivo di sgomento e terrore per altri: chi ama gli animali non spara botti". Enpa suggerisce di "tenere gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti, in particolare da dove vengono esplosi i fuochi".

E ancora: "Non lasciarli mai da soli e cercare di mostrarsi sempre tranquilli e felici: il nostro atteggiamento sarà molto importante per fargli capire che non c’è nulla da temere. In caso di panico gli animali possono tendere a fuggire anche dal giardino di casa, meglio quindi tenerli all’interno dell’abitazione durante i “botti”. Volume di radio e televisione alto per attenuare il rumore proveniente dai fuochi d’artificio".

"Se l'animale cerca di rifugiarsi in qualche angolo di casa dove magari solitamente gli è proibito andare, lasciatelo comunque fare - continua Enpa -. Durante le passeggiate nelle giornate del 31 dicembre e del 1 gennaio in particolare occorre evitare di liberarli dal guinzaglio, alcuni fuochi “fuori orario” potrebbero causare una fuga improvvisa. Infine meglio mettere al nostro amico una medaglietta (che non sostituisce il microchip obbligatorio per legge) con i recapiti per essere contattati nel caso di smarrimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, i consigli di Enpa per proteggere cani e gatti dai petardi

RavennaToday è in caricamento