Consiglio comunale delle bambine e dei bambini a Cervia: Targa d’Onore del Consiglio d’Europa

"La Targa d'Onore - ha dichiarato il primo cittadino - non era assolutamente scontata dopo soli tre anni dal conferimento della Bandiera d'Onore, in quanto solitamente passano diversi anni tra l'assegnazione di un premio e l'altro"

Si è concluso con un grande applauso alla città il Consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini, che si è svolto il giovedì nella sala del Consiglio Comunale, alla presenza del Sindaco, della Giunta, dei Consiglieri comunali dei genitori e degli insegnanti delle scuole.

Il Consiglio è composto da 30 i ragazzi, dai 9 ai 13 anni, rappresentanti di tutte le scuole elementari e medie del territorio cervese e costituisce un’esperienza viva e concreta, che ha l’obiettivo di sensibilizzare e aiutare i bambini a comprendere il concetto di democrazia rappresentativa, ad esprimere le loro opinioni e a far sentire la loro voce di cittadini.

I ragazzi sono stati particolarmente entusiasti del lavoro di quest’anno. Il loro Consiglio ha affrontato il tema del bullismo e della violenza, partendo dal problema molto comune e sentito dell'uso e abuso dei petardi. I ragazzi hanno espresso il proprio pensiero di amicizia e pace con l'iniziativa “Facciamo esplodere la fantasia”,  usando la modalità del "flash mob".
A termine del Consiglio, nell’atrio del palazzo comunale hanno messo in scena la suggestiva rappresentazione teatrale, sotto lo sguardo attento e coinvolto dei presenti.

Il progetto del Consiglio comunale delle Bambine e dei Bambini del Comune di Cervia sta molto a cuore all’amministrazione e il Sindaco di Cervia nel 2004 è stato nominato dall’Unicef Difensore dell’Infanzia. E’ stata peraltro istituita la delega “Cervia città dei bambini”, che il Sindaco ha mantenuto nelle sue mani,  con lo scopo proprio di valorizzare il rapporto con i cittadini più giovani e di potenziare l’ascolto e il contatto tra loro e le istituzioni.

In conclusione del suo discorso, il sindaco Luca Coffari ha annunciato con grande soddisfazione il conferimento a Cervia della Targa d’Onore d’Europa, il terzo più alto riconoscimento del Consiglio d'Europa.  
La Targa d’Onore d’Europa, conferita dal Consiglio d’Europa, arriva a Cervia soltanto dopo pochi anni dall’assegnazione degli altri due livelli del premio: il “Diploma d’Europa” ritirato a Strasburgo nel 2011 dall’ex sindaco Roberto Zoffoli, insieme a un gruppo di studenti della Scuola media Ressi Gervasi e la “Bandiera d’Onore” ricevuta a Cervia nel 2012 dalle mani di Axel Fischer, oggi presidente della Commissione del Premio Europa.

"La Targa d’Onore – ha dichiarato il primo cittadino – non era assolutamente scontata dopo soli tre anni dal conferimento della Bandiera d’Onore, in quanto solitamente passano diversi anni tra l’assegnazione di un premio e l’altro. Solo 8 città dei 47 Stati membri hanno ricevuto quest’anno la Targa d’Onore d’Europa,  una è spagnola, 3 sono tedesche, 2 sono polacche, 1 ucraina e una sola italiana, Cervia. La Targa d’Onore del Consiglio d’Europa, ci è stata conferita grazie ad una costante attenzione ed intensa attività in ambito internazionale, che la città sta portando avanti con iniziative rivolte ai giovani e ai cittadini per continuare a rafforzare la consapevolezza del senso di appartenenza alla comunità europea".

Il Consiglio d’Europa, che ha sede a Strasburgo (Francia), raggruppa oggi quasi tutti i Paesi del continente europeo e ha come obiettivo principale quello di favorire la creazione di uno spazio democratico per tutti in Europa, nel rispetto della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo.

La Targa d’Onore, ultimo riconoscimento prima del prestigioso “Premio d’Europa”, verrà consegnata a Cervia da un alto rappresentate del Consiglio d’Europa, durante una cerimonia che sarà organizzata con la ripresa dell’anno scolastico per coinvolgere gli studenti e tutta la comunità cervese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Il dramma di Lorenzo, morto annegato nel canale di Milano Marittima: studiava per diventare chef

  • Tragedia sulle strade: 17enne precipita nel canale e perde la vita

  • Il dramma di Lorenzo, eseguita l'ispezione cadaverica. Perizia fotografica sulla minicar

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

Torna su
RavennaToday è in caricamento