menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cervia, in comune il consiglio dei ragazzi. Il sindaco: "Il futuro si giocherà sulle nostre bellezze"

Il consiglio è composto da 30 i ragazzi, dai 9 ai 13 anni, rappresentanti di tutte le scuole elementari e medie del territorio cervese

Si è concluso con un grande applauso alla città il consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini, che si è svolto martedì nella sala del Consiglio Comunale, alla presenza del sindaco Luca Coffari, della Giunta, dei consiglieri comunali dei genitori e degli insegnanti delle scuole. Il consiglio è composto da 30 i ragazzi, dai 9 ai 13 anni, rappresentanti di tutte le scuole elementari e medie del territorio cervese e costituisce un’esperienza viva e concreta, che ha l’obiettivo di sensibilizzare e aiutare i bambini a comprendere il concetto di democrazia rappresentativa, ad esprimere le loro opinioni e a far sentire la loro voce di cittadini.

I ragazzi sono stati particolarmente entusiasti del lavoro di quest’anno. Il loro Consiglio, facilitato dagli educatori della Cooperativa Sociale Kaleidos, ha anzitutto curato la creazione di un clima di gruppo armonioso e la definizione delle regole in modo condiviso. Quindi ha svolto un’analisi del proprio territorio anche grazie all’aiuto di una grande mappa, per effettuare una fotografia della situazione esistente, nei punti di forza e di debolezza. I ragazzi inoltre hanno visitato il Centro Scambiamenti, occasione di confronto con le ragazze in servizio civile, con i volontari del centro e con alcuni ex-membri del Consiglio comunale delle bambine e dei bambini. Infine hanno avviato una riflessione sulla visione del futuro che sognano per la propria città nell’anno 2040, in cui Cervia dovrà essere sempre più un’oasi ambientale ricca di bellezze, in cui vivere bene.    

Dalle tante idee e proposte emerse - che sono state anche portate all’incontro con il consiglio Comunale della città - si è provveduto, accorpandole, a creare dei gruppi per aree tematiche, sui quali i ragazzi lavoreranno nel corso del prossimo anno scolastico, con l’intento di produrre qualcosa di concreto, come è sempre avvenuto negli anni passati. Il progetto del Consiglio comunale delle Bambine e dei Bambini del Comune di Cervia sta molto a cuore all’amministrazione e il sindaco di Cervia nel 2004 è stato nominato dall’Unicef Difensore dell’Infanzia. E’ stata peraltro istituita la delega “Cervia città dei bambini”, che il Sindaco ha mantenuto nelle sue mani,  con lo scopo proprio di valorizzare il rapporto con i cittadini più giovani e di potenziare l’ascolto e il contatto tra loro e le istituzioni.

"Vi ringrazio per il lavoro svolto e per i tanti progetti concreti, tra di voi fra un po’ di tempo ci saranno i prossimi amministratori della città e noi confidiamo nelle vostre qualità - esordisce il primo cittadino -. Come avete detto il futuro si giocherà sull’ambiente e sulle nostre bellezze, per questo vi  invito a segnalare il Woodpecker a bellezza@governo.it per recuperare i “luoghi culturali dimenticati”. Il Governo ha messo a disposizione 150 milioni di euro che verranno  distribuiti sulla base del numero di segnalazioni che arriveranno relative a un  luogo e progetto. Il bando scade il 31 maggio  e  sono proprio i cittadini a segnalare i luoghi. Cervia ha pensato di partecipare al bando e di puntare sul recupero del Woodpecker, un luogo suggestivo in mezzo alla pineta, patrimonio culturale importante del nostro territorio che sta a cuore a tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Domotica

Le cappe da cucina ideali per una casa smart

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento