rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Consumi luce e gas, le province in cui si spende di più e come risparmiare passando al Mercato Libero

L'ultimo studio dell’Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it ha stilato la classifica delle province con i maggiori consumi di luce e di gas, confrontando la spesa per le famiglie rimaste in regime di Maggior Tutela e il risparmio ottenibile passando invece alla migliore offerta del Mercato Libero

I prezzi dell'energia, in questo autunno e inverno di rincari, stanno schizzando alle stelle. A subirne gli effetti sono soprattutto le famiglie italiane con i consumi più alti. Se facciamo riferimento alla corrente elettrica, in Italia la Sardegna è una delle regioni più energivore, con province come Nuoro e Cagliari in testa. Ci sono, inoltre, diverse province italiane in cui si registrano consumi di gas decisamente più elevati della media nazionale.  

L'ultimo studio dell’Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it ha stilato la classifica delle province con i maggiori consumi di luce e di gas, confrontando la spesa per le famiglie rimaste in regime di Maggior Tutela e il risparmio ottenibile passando invece alla migliore offerta del Mercato Libero. Lo studio è stato effettuato a ottobre 2022 servendosi del comparatore offerte luce e gas.

Luce: dove si spende di più

La provincia di Nuoro svetta in cima alla classifica dei consumi di corrente elettrica. Rispetto alle altre province italiane prese in considerazione dallo studio, infatti, la località sarda si aggiudica la maglia nera con circa 3.579 kWh annui di luce consumati, in media, da una famiglia. Per una famiglia in regime di Maggior Tutela queste cifre si traducono in una spesa annua di 2.260 euro.

Per quanto riguarda Ravenna, invece, la nostra provincia si trova in fondo alla classifica, alla 71esima posizione - fa molto peggio Forlì-Cesena, 21esima in classifica, Ferrara, 50esima, mentre fa un po' meglio Rimini, 81esima. A Ravenna una famiglia consuma in media 2456 kWh annui di luce, per una spesa annua di 1556 euro. Il passaggio al Mercato Libero, in questo caso, consente un risparmio di circa 133 euro, passando dai 1556 euro ai 1433.

Gas: dove si spende di più

Se guardiamo invece alla classifica per consumi di gas in testa troviamo Vercelli. La provincia piemontese, con 934 Smc impiegati in media in un anno, è in assoluto quella che fa registrare i maggiori consumi in Italia. La spesa media è di 2.794 euro per le famiglie in regime di Maggior Tutela. In questo caso, c'è la possibilità di risparmiare circa 122 euro con il passaggio al Mercato Libero che permette di ridurre la spesa fino a 2.672 euro.

Ravenna si piazza 57esima in classifica, anche in questo caso facendo meglio di Forlì-Cesena (31esima) ma peggio di Rimini (70esima), con una spesa media 2238 euro all'anno per un consumo di 759 Smc in media. Passando al Mercato Libero, la spesa può essere ridotta anche in questo caso di 133 euro, passando dai 2238 ai 2105.

Luce e gas insieme: dove si spende di più

Se consideriamo le forniture di luce e gas insieme, quali sono invece le province italiane che avrebbero più convenienza a passare al Mercato Libero? Al primo posto c'è Brescia: nella provincia lombarda la spesa per entrambe le voci tocca picchi di 4.182 euro. Passando al Mercato Libero, però, le famiglie bresciane possono risparmiare fino a 332 euro all’anno, riducendo la spesa per luce e gas ad una quota complessiva di 3.850 euro.

Guardando nello specifico a Ravenna, la nostra provincia è 59esima in classifica, con Forlì-Cesena 22esima e Rimini 70esima. In questo caso una famiglia ravennate spende in media 3804 euro l'anno, mentre passando al Mercato Libero potrebbe risparmiare 266 euro passando a 3538 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consumi luce e gas, le province in cui si spende di più e come risparmiare passando al Mercato Libero

RavennaToday è in caricamento