Cronaca

L'annuncio di Conte: "Mascherine gratis ai lavoratori". Landini: "Quali protezioni per i rider?"

"Non è possibile fermare il paese, ma un segnale importante potrebbe essere la disposizione di chiudere i centri commerciali e i supermercati la notte, il sabato e la domenica"

"Dobbiamo essere tutti consapevoli che tutti coloro che stanno lavorando - operai, tecnici, quadri - non espletano semplici prestazioni lavorative secondo lo schema di scambio lavoro/retribuzione. In questo momento questo loro sforzo assume un particolare significato: è un atto di grande responsabilità verso l'intera comunità nazionale". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte ai sindacati e alle associazioni industriali in teleconferenza venerdì. "E proprio perché è un atto di responsabilità nei confronti di noi tutti, noi tutti abbiamo il vincolo morale e giuridico di garantire loro condizioni di massima sicurezza", ha rimarcato il presidente del Consiglio.

Coronavirus e cassa integrazione in deroga: ecco a chi è destinata

"I lavoratori, le lavoratrici, medici e infermieri che sono in prima linea e stanno compiendo sforzi straordinari, le forze dell'ordine, le forze armate, i vigili del fuoco, i volontari della protezione civile, in questo momento sono le colonne portanti su cui si regge l'intero paese - continua Conte - Con la Protezione civile stiamo compiendo sforzi straordinari per essere nella condizione, già nei prossimi giorni, di distribuire gratuitamente a tutti i lavoratori dispositivi di protezione individuale".

"Non è possibile fermare il paese, ma è importante che affrontiamo l'emergenza dando sicurezza a chi lavora distinguendo l'essenziale, come ad esempio sanità, filiera alimentare, servizi pubblici da ciò che è rinviabile". Così il leader Cgil, Maurizio Landini, nel corso dell'incontro in videoconferenza. "Un segnale importante potrebbe essere la disposizione di chiudere i centri commerciali e i supermercati la notte, il sabato e la domenica. Sarebbe non solo una segnale, ma una norma di prevenzione".

"L'inizio della prossima settimana potrebbe essere utilizzato per mettere in sicurezza i lavoratori usando anche la Cig, tenendo anche conto delle differenze regionali". La proposta arriva al tavolo con il premier da Landini. "Serve lavorare da subito a protocolli utili che dovranno poi essere gestiti a livello aziendale - si legge in un tweet, perchè, ha proseguito - dobbiamo mostrare che si lavora insieme per la sicurezza". "La distanza di almeno un metro deve essere rispettata ovunque - ribadisce - In questi giorni c'è un'esplosione di acquisti online. I rider consegnano a domicilio. Quali garanzie per loro? Qualsiasi decalogo costruiremo deve riguardare anche loro come tutti gli altri", dice ancora sollecitando tempi brevi per la consegna ai lavoratori delle protezioni adeguate. "In pochi giorni le protezioni a chi lavora devono essere date. Dobbiamo essere sicuri che entro breve possiamo avere le produzioni essenziali sicure" perchè "la salute e la sicurezza di chi lavora viene prima è condizione per poter produrre. È la condizione per chiedere alle persone di lavorare", aggiunge. "Il messaggio che dobbiamo dare è che stiamo lavorando perché ognuno sia in sicurezza", conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Conte: "Mascherine gratis ai lavoratori". Landini: "Quali protezioni per i rider?"

RavennaToday è in caricamento