rotate-mobile
Cronaca Faenza

1 maggio, i carabinieri controllano ubriachi al volante e la droga nella movida

La compagnia carabinieri di Faenza nel corso dell’ultimo ponte festivo ha intensificato i servizi di controllo del territorio nell’ambito di un’operazione preventiva ad ampio raggio finalizzata a garantire sia la sicurezza stradale sia la prevenzione dei reati

La compagnia carabinieri di Faenza nel corso dell’ultimo ponte festivo ha intensificato i servizi di controllo del territorio nell’ambito di un’operazione preventiva ad ampio raggio finalizzata a garantire sia la sicurezza stradale sia la prevenzione dei reati. Nel corso delle tre giornate di venerdì, sabato e domenica sono stati impiegati 61 equipaggi che si sono avvicendati senza soluzione di continuità garantendo una massiccia presenza di carabinieri in tutto il faentino con finalità non solo di prevenzione ma anche di intercettazione e controllo di persone e mezzi. In totale gli automezzi controllati sono stati 188 e le persone quasi 300.

I carabinieri della stazione di sSlarolo la notte scorsa hanno fermato un’audi a6 con alla guida un 41enne del luogo che a seguito di controllo etilometrico è risultato il stato di ebbrezza con tasso pari a 1,31 g/l. Stessa sorte per un operaio faentino 38enne che è stato sorpreso in via filanda vecchia, a faenza, alla guida di una volkswagen golf con tasso pari a 1,72 g/l. Altresì, un 55enne residente ad Imola è stato fermato lungo la via Emilia ponente alla guida di una renault megane con tasso alcolemico pari a 1,33 g/l: per tutti oltre alla denuncia penale per “guida in stato di ebbrezza” è scattato il ritiro della patente di guida e decurtato dieci punti. sempre a faenza, in piazzale sercognani, un 38enne del luogo è stato sorpreso alla guida della sua fiat panda con tasso pari a 0,89 g/l, pertanto anche lui dovrà rispondere del reato penale avendo “sforato” di poco la soglia di 0,80 g/l che è punita solo amministrativamente.

Inoltre sabato mattina un 36enne nigeriano è stato denunciato in stato di libertà per “molestie” da un equipaggio del nucleo operativo e radiomobile che lo ha sorpreso nel piazzale dell’ospedale di Faenza mentre importunava gli automobilisti esercitando abusivamente la professione di parcheggiatore. nei suoi confronti è stata anche elevata la sanzione amministrativa di euro 771. Altri due stranieri sono riusciti a dileguarsi nel momento in cui i militari dell’arma hanno fatto ingresso nel parcheggio.

Non sono mancati i controlli nelle strade della “movida” faentina per garantire sicurezza e legalità al movimento giovanile, sempre meritevole di attenzione come dimostrano le risultanze operative emergenti al termine delle attività. Infatti sono state effettuate delle perquisizioni sul posto che hanno consentito di sequestrare, anche a giovanissimi, sostanze stupefacenti detenute per uso personale. In particolare i carabinieri della stazione di Bagnara di Romagna, dopo aver notato due individui sospetti che nottetempo si aggiravano per il centro abitato in sella alle loro biciclette, sospettando che fossero dediti a furti in abitazione, li hanno fermati e perquisiti ed hanno trovato addosso ad uno dei due, un 26enne di Solarolo, circa un grammo di marijuana. Nell’arco dello stesso servizio, sempre i carabinieri hanno fermato un’autovettura ford fiesta con a bordo due giovani che sono stati perquisiti sul posto: il passeggero, un lughese di 19 anni, aveva indosso circa un grammo e mezzo di “erba”.

A faenza, in piazza due giugno, un equipaggio del nucleo radiomobile ha fermato due giovani di 27 e 31 anni, entrambi con circa due grammi di hashish nella tasca del giubbotto. in casa di uno dei due i carabinieri hanno rivenuto altri sei grammi della stessa sostanza. Anche i carabinieri della stazione di Faenza borgo-urbecco hanno proceduto a controlli antidroga, infatti presso il parco di via calamelli hanno perquisito una comitiva di giovani: in tasca ad uno di loro, un 18enne faentino, è stato trovato un piccolo contenitore contenente mezzo grammo di marijuana .

Oltre ai controlli su strada gli equipaggi dell’arma si sono dedicati alla vigilanza delle zone residenziali più esposte alle incursioni predatorie ottenendo risultati positivi visto che questa mattina, alla riapertura delle caserme, le denunce di furti in abitazioni sono risultate decisamente contenute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

1 maggio, i carabinieri controllano ubriachi al volante e la droga nella movida

RavennaToday è in caricamento