menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cibo da asporto invece che a domicilio: 4 ristoranti nei guai per i controlli 'anticoronavirus'

I legali rappresentanti sono stati denunciati all’autorità giudiziaria. I titolari rischiano la chiusura dell’attività commerciale da 5 a 30 giorni

I Carabinieri della Compagnia di Cervia - Milano Marittima, a seguito dell’emanazione del decreto “#io resto a casa” contro la diffusione del Coronavirus, sta procedendo a serrati controlli su tutto il territorio.

Nell’ambito di tali accertamenti, negli ultimi due giorni, sono state accertate 4 violazioni da parte di altrettante attività di ristorazione. I titolari di tali esercizi, a seguito delle verifiche, non rispettavano le prescrizioni contenuto nel decreto, procedendo, nella maggior parte dei casi, a fornire alimenti d’asporto piuttosto che a domicilio. I legali rappresentanti sono stati denunciati all’autorità giudiziaria. Inoltre, le violazioni sono state segnalate all’autorità amministrativa. I titolari rischiano la chiusura dell’attività commerciale da 5 a 30 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento