Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

La Polizia ferma un'auto sospetta: nel porta oggetti spunta un coltellaccio

Interrogato sulla presenza di quell’oggetto, il conducente ha reso delle spiegazioni per nulla convincenti

Nel vano porta oggetti dell'auto nascondeva un coltello con una lama affilata di 20 centimetri. Un tunisino di 25 anni è stato denunciato dagli agenti della Volante della Questura di Ravenna con l'accusa di porto d'armi atti oggetti atti ad offendere. Gli agenti della Volante della Questura bizantina hanno controllato nel cuore della nottata tra lunedì e martedì l'extracomunitario mentre si trovava alla guida di un'auto, insieme ad altre due persone (tra cui una donna), in via Circonvallazione Canale Molinetto. Il conducente è risultato in regola con le norme sul soggiorno e con precedenti per produzione e traffico di sostanze stupefacenti e per ingresso e soggiorno illegale nel territorio italiano.

Il passeggero, è risultato essere un cittadino tunisino di 41 anni, noto alle forze dell'ordine e gravato da numerosi precedenti, anche penali, per reati inerenti gli stupefacenti ed altro. La donna, 24enne di origini brasiliane, è conosciuta come assuntrice di stupefacenti. Nel corso del controllo, alla richiesta dei documenti del veicolo da parte degli agenti, è stato notato un grosso coltello a lama fissa riposto sopra alcune carte all’interno del vano porta oggetti che, è stato immediatamente requisito dai poliziotti.

La sua lunghezza complessiva è risultata pari a 33 centimetri, di cui venti di lama affilata. Interrogato sulla presenza dell'arma bianca, il conducente ha reso delle spiegazioni per nulla convincenti. Pertanto è stato accompagnato in Questura e denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polizia ferma un'auto sospetta: nel porta oggetti spunta un coltellaccio

RavennaToday è in caricamento