rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Quartiere Farini, un mese di controlli della Municipale: un arresto e 30 denunce

Eugenio Fusignani, vicesindaco con delega alla Sicurezza e alla Polizia municipale, traccia un primo bilancio, sulle azioni portate avanti tra il 16 agosto e il 15 settembre

Oltre 100 persone identificate. Di queste 47 sono state accompagnate al comando e sottoposte ai rilievi segnaletici (foto e impronte digitali). 30 le denunce (4 per accattonaggio molesto e 26 per violazioni in materia di legislazione stranieri, uno accompagnato alla frontiera), un arresto per spaccio di droga. Undici perquisizioni personali e domiciliari. Quattro sequestri di sostanze stupefacenti. Due negozi sanzionati per 7mila euro per diverse irregolarità. Eugenio Fusignani, vicesindaco con delega alla Sicurezza e alla Polizia municipale, traccia un primo bilancio, sulle azioni portate avanti tra il 16 agosto e il 15 settembre, i primi trenta giorni di una più assidua presenza dovuta all’inserimento in pianta stabile della Polizia municipale tra le forze dell’ordine deputate al controllo della zona

"L’intensificazione del servizio di controllo della Polizia municipale nel quartiere Farini, in particolare nei giardini Speyer, ha prodotto nell’ultimo periodo un significativo numero di interventi e provvedimenti", commenta il vicesindaco. "Inoltre - dichiara Fusignani - è imminente l’emanazione di un’ordinanza, ora al vaglio di questore e prefetto, che regolamenterà il divieto di consumo di bevande alcoliche e di qualsiasi bevanda venduta in contenitori di vetro, fatta eccezione per gli spazi appositamente destinati degli esercizi pubblici di somministrazione bevande, esercizi commerciali e attività artigianali del settore alimentare. Si intende dunque vietare il consumo di alcolici in strada e nei giardini, senza comprimere le legittime esigenze d'impresa degli operatori regolari. Il presidio della Polizia municipale, con il concorso delle altre forze di polizia, sarà implementato ulteriormente nelle ore serali".

"Per quest’area – conclude Fusignani - è assolutamente necessario proseguire con azioni di controllo, sempre concertate con il Comitato per l’ordine e la sicurezza coordinato dal prefetto - ma le azioni repressive non possono essere risolutive se non accompagnate anche da azioni di risocializzazione che partono anche dagli eventi organizzati nel quartiere Farini, attraverso Cittàttiva e il coinvolgimento di attività commerciali, cittadini residenti e proprietari di immobili". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Farini, un mese di controlli della Municipale: un arresto e 30 denunce

RavennaToday è in caricamento