menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si presenta in questura e viene arrestato: le impronte digitali svelano tutto

Venerdì mattina il Tribunale di Ravenna ha condannato il 41enne alla pena di dieci mesi e venti giorni di reclusione, pena patteggiata

Si presenta in questura è viene arrestato. E' quanto accaduto ad un tunisino di 41 anni, accusato di " reingresso non autorizzato nel Territorio Nazionale". Giovedì pomeriggio il cittadino straniero si è presentato all’Ufficio Immigrazione della questura di Ravenna per chiedere la regolarizzazione della propria posizione sul Territorio Nazionale. L'extracomunitario è stato sottoposto al fotosegnalamento dagli agenti del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica.

Gli accertamenti effettuati sulle impronte digitali dello straniero hanno evidenziato che quest’ultimo, destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Siracusa e convalidato dal Giudice di Pace di Caltanissetta, era già stato allontanato dal suolo italiano attraverso la frontiera aerea di Palermo, il 28 ottobre del 2014.Premesso che il provvedimento in questione ha efficacia per cinque anni successivi alla data di esecuzione, l’uomo è stato arrestato dai poliziotti della Squadra Mobile di Ravenna per il reato di reingresso non autorizzato nel Territorio Nazionale.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria ha trascorso la notte nelle celle di sicurezza della Questura, in attesa del rito per direttissima. Venerdì mattina il Tribunale di Ravenna ha condannato il 41enne alla pena di dieci mesi e venti giorni di reclusione, pena patteggiata, e alla misura cautelare di presentazione alla Polizia Giudiziaria sino alla data di irrevocabilità della sentenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento