Un lavoratore su cinque era "in nero": sospesa l'attività in un ristorante a Cervia

E' quanto hanno scoperto i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro della direzione territoriale di Ravenna nel corso di un'ispezione svolta in un ristorante a Cervia

Un lavoratore su cinque era "in nero". E' quanto hanno scoperto i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro della direzione territoriale di Ravenna nel corso di un'ispezione svolta in un ristorante a Cervia. Al termine degli accertamenti gli uomini dell'Arma hanno adottato il provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale ai sensi dell'articolo 14, comma 1, del decreto legislativo 81/2008. Sono inoltre state elevate sanzioni amministrative per un totale di 5600 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento