Coronavirus, Bonaccini: "Al momento non sono necessarie altre restrizioni"

"Crescono i numeri, però stiamo facendo un tracciamento enorme e in questo momento non vediamo necessità di altre restrizioni"

"Crescono i numeri, però stiamo facendo un tracciamento enorme e in questo momento non vediamo necessità di altre restrizioni". Lo ha detto, in un'intervista al Tgr Emilia-Romagna, il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini in riferimento alla situazione Covid in regione.

Commentando il primo giorno dei test sierologici rapidi nelle farmacie, iniziati lunedì sul territorio, Bonaccini ha detto: "Lunedì circa 10mila persone, studenti e genitori, si sono recati nelle farmacie: vuol dire che la misura è molto apprezzata. Non bisogna mai cantare vittoria, stare sempre molto attenti. Il virus sta circolando anche da noi, seppur in modo più contenuto che in altre parti d'Italia".

Il governatore ha anche fatto il punto sul trasporto pubblico locale in relazione agli spostamenti di studenti. "Noi avevamo messo 270 bus in più - ha detto Bonaccini - Credo, sulla percentuale della popolazione, che siamo stati la Regione che più in Italia aveva aumentato le corse. Adesso ne mettiamo altri 120 circa, quindi arriveremo a circa 400 mezzi in più, tutti i giorni sulle strade, per cercare di diminuire il carico sul alcune tratte e su alcuni mezzi negli orari di punta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico infortunio sul lavoro: muore operaio di 26 anni

  • Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

  • Muore a 26 anni, l'appello: "Aiutateci a trovare una casa per le sue gatte"

  • Nuovo decreto: visite agli amici solo in due, niente asporto dopo le 18 per i bar e 'area bianca'

  • Carcasse di animali e 600mila euro in contanti nello studio: sequestro da 1 milione al veterinario

  • "Babbo, da dove viene la mia famiglia?": e lui ricostruisce 7 secoli di parenti in tutto il mondo

Torna su
RavennaToday è in caricamento