Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, nessun focolaio nelle case per anziani ravennati: "I contatti si mantengono con il tablet"

Gli anziani, come sappiamo, sono la categoria più a rischio per quanto riguarda la diffusione del Coronavirus. Ed è per questo che proprio sono le persone alle quali prestare maggior attenzione

Gli anziani, come sappiamo, sono la categoria più a rischio per quanto riguarda la diffusione del Coronavirus. Ed è per questo che proprio sono le persone alle quali prestare maggior attenzione. Purtroppo, però, l'espandersi del virus non è facilmente controllabile: è così che in alcune case di riposo - come a Forlimpopoli e a Montescudo, nel riminese - sono scoppiati i primi focolai, con il Coronavirus diffusosi in modo capillare arrivando a contagiare tanti anziani ospiti.

Com'è la situazione nel ravennate? A spiegarlo è l'assessora ai servizi sociali Valentina Morigi: "Nelle strutture accreditate, quindi le Cra (case residenze per anziani, ndr), sono state attuate tutte le prescrizioni di sicurezza previste dai decreti: dalla dotazione dei dispositivi di sicurezza per gli operatori, alla limitazione prima e divieto poi delle visite dei parenti - spiega l'assessora - Ad oggi, quindi, nelle nostre strutture non ci sono casi".

Non è facile, per gli ospiti di questi centri, rinunciare alle visite di parenti e amici: ed è così che l'amministrazione comunale ha pensato a un piccolo "stratagemma". "Nelle nostre strutture ci siamo attrezzati con le videochiamate, così gli ospiti anziani possono interagire con i propri parenti anche vedendoli, non solo parlandogli", continua Morigi. Una piccola ma grande accortezza che consente ai familiari di essere sempre aggiornati sullo stato di salute dei loro cari e agli anziani di sentirsi un po’ meno soli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nessun focolaio nelle case per anziani ravennati: "I contatti si mantengono con il tablet"

RavennaToday è in caricamento