menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, dall'Anmig una donazione all'ospedale di Ravenna

"Con questo gesto di solidarietà il sodalizio intende fare memoria dei tanti cittadini ravennati che ritornarono, mutilati e invalidi, dai ricorrenti eventi bellici del secolo scorso"

Il consiglio direttivo della sezione ravennate dell’Associazione nazionale Mutilati e invalidi di guerra ha deliberato, in questo difficile momento storico che anche la nostra comunità sta attraversando, l’erogazione di un contributo di mille euro a favore dell’Ausl della Romagna per sostenere l’ospedale civile Santa Maria delle Croci nella lotta al Coronavirus.

"Con questo gesto di solidarietà e vicinanza alla comunità ravennate il sodalizio, ora aperto anche ai figli, nipoti e pronipoti dei mutilati e invalidi di guerra, intende fare memoria dei tanti cittadini ravennati che ritornarono, mutilati e invalidi, dai ricorrenti eventi bellici del secolo scorso - spiega il presidente Andrea Casadio - Questi nostri padri e nonni, reduci da sanguinosi conflitti, seppero testimoniare con forza ideali e valori di libertà, pace, giustizia e solidarietà nel difficile reinserimento nella vita sociale della città, contribuendo alla difficile ricostruzione della nazione. I loro sacrifici e il loro esempio ci guidino e ci sostengano in questo particolare momento nel quale è doveroso stringersi, uniti e solidali, nella comune battaglia nel contrasto alla pandemia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento