menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondi per la spesa a chi è in difficoltà economiche: le risorse comune per comune

Ufficializzata dal governo la distribuzione delle risorse comune per comune dal fondo di 400 milioni messo a disposizione per fare la spesa a favore delle persone in difficoltà

Ufficializzata dal governo la distribuzione delle risorse comune per comune dal fondo di 400 milioni messo a disposizione per fare la spesa a favore delle persone in difficoltà. Ad Alfonsine i fondi ammontano a 63.290,07 euro; a Bagnacavallo 88.610,34; a Bagnara di Romagna 12.882,80; a Brisighella 43.295,90; a Casola Valsenio 14.412,24; a Castel Bolognese 50.889,71; a Cervia 152.785,77; a Conselice 55.950,24; a Cotignola 39.099,03; a Faenza 311.493,40; a Fusignano 45.837,12; a Lugo 171.150,39; a Massa Lombarda 60.508,86; a Ravenna 832.519,51; a Riolo Terme 31.157,98; a Russi 65.241,05; a Sant'Agata sul Santerno 15.528,28; a Solarolo 25.502,55.

Fondi per la spesa a chi è in difficoltà: chi ne ha diritto e come richiederli

"Ennesimo scivolone del premier Conte e del suo fido ministro Gualtieri che con il solito annuncio serale ad effetto mediatico prendono in giro sindaci e italiani, sostenendo che i Comuni riceveranno risorse per aiutare le famiglie ad affrontare i problemi emergenti. Ma non è così", commenta il deputato della Lega Jacopo Morrone. "I 4,3 miliardi disposti sul fondo di solidarietà dei Comuni non sono risorse aggiuntive, ma un semplice anticipo di quanto già previste a favore dei Comuni per garantire servizi di cui il cittadino fruisce normalmente, quindi non un euro si potrà utilizzare per sostenere nuovi bisogni dettati dall’emergenza - continua il leghista - Neppure l’aggiunta di 400 milioni potrà dare sollievo alle famiglie. Una cifra irrisoria se la pensiamo destinata a 8.000 Comuni italiani con il vincolo di indirizzarlo a persone in stato di povertà per fare la spesa. Si tratta dell’ennesimo giochino allo scaricabarile del Governo sulle amministrazioni locali che sono in prima linea di fronte ai cittadini impauriti e preoccupati, ancora una volta beffati dalla politica degli annunci del premier”.

"Il Governo sta compiendo un grande sforzo in un momento di difficoltà per il Paese e in particolare per i nostri Comuni, che forniscono servizi essenziali ai cittadini e rischiano di non avere le risorse necessarie - commentano invece il senatore del Movimento 5 stelle Marco Croatti e il deputato Carlo De Girolamo - È un primo passo, fondamentale per aiutare chi è maggiormente in difficoltà, a cui seguiranno presto altre importanti misure di sostegno. Per questo invitiamo le opposizioni e i sindaci di centrodestra del territorio, che in queste ore non hanno perso occasione per polemizzare, a evitare strumentalizzazioni e a collaborare per affrontare al meglio questa emergenza. Lo Stato è vicino ai cittadini e ai Comuni italiani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento