rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Cervia

Coronavirus, due settimane senza visite in casa di riposo: "Tanta musica e tanti racconti"

"Stiamo costruendo giorno dopo giorno una nuova normalità. Colmare l’assenza delle visite quotidiane dei famigliari, delle loro voci, risate è quello su cui tutti siamo impegnati"

Il Coronavirus cambia le modalità di contatto anche nelle case di riposo. "Sono passati 13 giorni da quando le porte di ingresso della nostra casa di riposo si sono chiuse alle visite ai nostri nonni da parte dei loro famigliari, amici e volontari - spiega Marilena Bellato, responsabile della Casa residenza anziani e centro diurno “F. Busignani” - Stiamo costruendo giorno dopo giorno una nuova normalità.
Colmare l’assenza delle visite quotidiane dei famigliari, delle loro voci, risate è quello su cui tutti siamo impegnati. Tutti gli operatori si dedicano ancora più di prima ai nostri ospiti, li coccolano, li tranquillizzano per alleggerire questo difficile momento lontano dai loro cari.
Tutte le attività vengono svolte in una apparente normalità: lontani ma vicini, con tanta musica e tanti racconti. Ci sentiamo quotidianamente con i famigliari telefonicamente, per rassicurare i famigliari e gli ospiti stessi. Per noi operatori sono giornate tese dove ricevere un semplice grazie ci riempie il cuore".

89931973_2514084665523258_1801172326025265152_o-2

89863093_2514084648856593_989424963075178496_o-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, due settimane senza visite in casa di riposo: "Tanta musica e tanti racconti"

RavennaToday è in caricamento