Coronavirus, i notai ravennati donano 27mila euro all'Ausl Romagna

Anche il notariato contribuisce a sostenere i medici e gli operatori impegnati a fronteggiare l’emergenza coronavirus di queste settimane

Anche il notariato contribuisce a sostenere i medici e gli operatori impegnati a fronteggiare l’emergenza coronavirus di queste settimane: a tal proposito sono 27.398 euro i fondi donati dai 30 notai del distretto di Ravenna all’Azienda Usl della Romagna, in particolare al distretto ospedaliero di Ravenna, Faenza e Lugo, grazie all’iniziativa promossa dal consiglio notarile ravennate.

L’iniziativa vuole testimoniare la vicinanza dei notai alla cittadinanza, come sottolineano le parole del presidente Massimo Gargiulo: “Noi notai siamo pubblici ufficiali e insieme membri delle comunità in cui esercitiamo la nostra professione. Per questo, la grave sciagura che si è abbattuta anche sul nostro territorio non poteva certo lasciarci indifferenti. Il notariato ravennate ha sentito il dovere di intervenire, donando queste risorse per fare la propria parte insieme agli altri, perché è proprio nei momenti del bisogno che occorre massimamente far fronte comune. In quanto notai, siamo a fianco dei cittadini in tanti importanti e delicati momenti della vita, dall’acquisto dell’abitazione fino alla scelta delle persone cui lasciare le proprie sostanze: volevamo esserci anche ora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento