Cronaca

Coronavirus, l'andamento settimanale: lieve ripresa dei contagi, nel Ravennate 59 casi attivi

Nella settimana dal 5 all’11 luglio sono stati eseguiti 16.623 tamponi registrando 150 nuovi casi positivi, con un tasso di positività dello 0,9% (in aumento rispetto alla scorsa settimana)

Aumenta, seppur di poco, il tasso di positività al Covid in Romagna: nella settimana dal 5 all’11 luglio, infatti, sono stati eseguiti 16.623 tamponi registrando 150 nuovi casi positivi, con un tasso di positività dello 0,9% (la scorsa settimana era dello 0,5%). Cresce di conseguenza il tasso d’incidenza dei nuovi casi per 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni, tutti i distretti dell’AUSL della Romagna si trovano al di sotto della soglia critica dei 250. Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 5 luglio, si registra la quota di 3 ricoveri, nessuno in terapia intensiva.  Negli operatori sanitari si conferma il trend della drastica riduzione delle nuove diagnosi sempre in rapporto alla campagna vaccinale. 

In provincia di Ravenna sono 'Covid free' - con zero casi attivi - i Comuni di Bagnara, Brisighella, Casola Valsenio, Conselice, Cotignola, Riolo Terme, Russi e Sant'Agata sul Santerno. Si registra un solo caso attivo a Massa Lombarda, 2 ad Alfonsine, Castel Bolognese e Solarolo, 3 a Fusignano, 4 a Bagnacavallo, 8 a Cervia, 12 a Faenza e Lugo, 13 a Ravenna. Per un totale di 59 casi attivi in Provincia, mentre i nuovi casi sono stati 37.

Rispetto alle previsioni del Piano aziendale si registra un tasso di occupazione di posti letto da parte di pazienti affetti da Covid, che ci pone nel livello verde. In totale sono ricoverati 3 pazienti, nessuno in terapia intensiva. Non si contano pazienti covid positivi ricoverati a Ravenna, Faenza, Lugo, Cesena e Riccione.Nell’ultima settimana si è registrato un decesso. In continuo aumento il numero dei soggetti vaccinati nei centri vaccinali aziendali con la prima dose (662.051 al 11 luglio a cui vanno aggiunte 57.605 dosi somministrate dai medici di Medicina Generale).

“I dati di questa settimana - commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna - ci consegnano una, seppur ancora lieve, ripresa dei contagi. Ciò deve indurci, da una parte a non abbassare la guardia, continuando ad adottare le misure che ormai tutti conosciamo: distanziamento ed uso delle mascherine, ma soprattutto ad accelerare la campagna vaccinale, unico strumento per contrastare il virus. Gli appelli continui di questi giorni, le misure intraprese dall’Azienda per facilitare l’accesso alla somministrazione (prenotazione Last Minute con vaccini mRNA, invio ai medici di medicina generale degli elenchi dei propri assistiti over 60 non ancora vaccinati), vanno nella direzione di convincere tutta la popolazione a non attendere i prossimi mesi per accedere al vaccino. Occorre farlo adesso, prima della partenza per le vacanze, per essere garantiti dalla copertura. Invitiamo quindi tutti ad assumere questa consapevolezza e questo impegno. Più il virus circola e maggiore è il rischio che si sviluppino ulteriori varianti e che aumentino casi gravi che richiedano ospedalizzazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'andamento settimanale: lieve ripresa dei contagi, nel Ravennate 59 casi attivi

RavennaToday è in caricamento