menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'Avis dona fondi e dispositivi agli ospedali e alla Pubblica Assistenza

L’associazione, a nome di tutte le sue 22 sezioni comunali, ha infatti donato fondi e dispositivi per la protezione degli operatori sanitari per un valore complessivo di 25mila euro

Fornire un aiuto concreto al personale sanitario che da settimane è impegnato nella lotta al Covid-19 sul territorio provinciale, e che si può trovare a fare i conti anche con carenze di dispositivi protettivi: va in questo senso il gesto di Avis Provinciale Ravenna, che ha voluto contribuire con i propri mezzi all’emergenza sanitaria in corso, utilizzando i fondi inizialmente destinati alle iniziative per celebrare i suoi 60 anni di attività.

L’associazione, a nome di tutte le sue 22 sezioni comunali, ha infatti donato fondi e dispositivi per la protezione degli operatori sanitari per un valore complessivo di 25mila euro. In particolare, sono state consegnate in questi giorni 1.800 visiere protettive, prodotti conformi CE cat.1, ideati e sviluppati da una delle tante aziende del territorio, la Cartesio Fullcard (Forlì-Cesena), che stanno adattando la propria produzione per dare un contributo alla gestione dell’emergenza.

Nello specifico, 400 visiere sono state accolte dal dottor Stefano Falcinelli, presidente dell’Ordine dei Medici di Ravenna, e dal dottor Mauro Marabini, direttore del dipartimento di cure primarie di Ravenna, e sono state destinate a medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di continuità assistenziale che si recano a domicilio di chi è positivo al Covid-19 e che non necessita di ricovero ospedaliero, o di sospetti Covid-19, per monitorarne le condizioni in maniera continuativa. Altre 500 visiere sono state consegnate al dottor Paolo Fusaroli, direttore sanitario dell’ospedale Umberto I di Lugo; 500 al dottor Paolo Tarlazzi, direttore sanitario dell’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, e 400 al dottor Davide Tellarini, direttore sanitario dell’ospedale degli Infermi di Faenza. Sono state effettuate anche ulteriori donazioni verso l’ospedale Umberto I di Lugo, mentre all’ospedale di Faenza saranno consegnate 4mila mascherine chirurgiche e 400 mascherine FFP2.

“Inoltre – afferma Marco Bellenghi, presidente Avis Provinciale Ravenna – abbiamo pensato ai nostri amici della Pubblica Assistenza di Ravenna, donando anche a loro alcune visiere protettive. E non ci fermiamo qui: Avis vuole essere al fianco dei tanti operatori sanitari del territorio in maniera immediata e concreta, anche in futuro. La nostra è un’associazione che si basa su un alto spirito del volontariato e con questo gesto vogliamo donare alla collettività, come abitualmente ogni giorno fanno i nostri donatori. In questo modo, il nostro 60esimo compleanno è per noi ancora più ricco di significato”.

Faenza2-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento