menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, le centrali cooperative romagnole scrivono alle Camere di Commercio

Una lettera per chiedere azioni specifiche a sostegno del tessuto economico-imprenditoriale

L'emergenza Coronavirus è anche economica: le centrali cooperative scrivono alla Camera di Commercio di Ravenna e a quella della Romagna (Forlì-Cesena e Rimini) per chiedere azioni specifiche a sostegno del tessuto economico-imprenditoriale presente sulle 3 province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna. La lettera è firmata da Mario Mazzotti, Alessandro Brunelli, Mauro Neri e Luca Bracci, in rappresentanza di Legacoop Romagna, Agci Emilia-Romagna,Confcooperative di Forlì-Cesena e Ravenna-Rimini.

"In considerazione del particolare momento emergenziale – si legge nel documento congiunto – nel rispetto dell'ultimo dpcm emanato il 11/03/2020, invitiamo le Cciaa territorialmente competenti sul territorio romagnolo, a valutare azioni specifiche a sostegno del tessuto economico-imprenditoriale presente sulle 3 province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna, attivando straordinariamente un sostegno fattivo e diretto".

La prima misura richiesta è l'annullamento per l'anno 2020 del "Diritto annuale". "Questo “tributo” - fra l'altro aumentato per gli anni 2019 e 2020 del 20% - è dovuto ad ogni singola Camera di Commercio da ogni impresa iscritta o annotata nel Registro delle imprese e da ogni soggetto iscritto nel Rea". Le centrali cooperative domandano poi l'annullamento dei "Diritti di segreteria e imposta di bollo" per il deposito del bilancio e dell'elenco soci per l'anno 2020, "ovvero per le pratiche depositate – anche successivamente - afferenti l'anno 2020".

A quanto ammontano tali spese? Per il deposito del Bilancio e dell’elenco soci vengono corrisposti “diritti di segreteria” alla Cciaa pari a  62,70 euro con modalità telematica; 92,70 euro mediante supporto informatico digitale allo sportello camerale. Se l’elenco soci venisse depositato separatamente, è dovuto un ulteriore diritto di 60,00 euro. Per le cooperative sociali, iscritte all’Albo nella relativa sezione - inoltre - il diritto di segreteria dovuto è di 32,70 euro (e di 47,70 euro in caso di presentazione su supporto informatico digitale allo sportello camerale). L’imposta di bollo è dovuta nella misura fissa di 65 euro per l’intera pratica, a prescindere dagli allegati. Le cooperative sociali iscritte all’Albo nella relativa sezione sono esenti dall’imposta di bollo. Sono invece soggette a bollo, tutte le restanti società cooperative, edilizie comprese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento