menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Rocco in lutto per la morte di Suor Giuliana: strappata via dal Coronavirus

Il ricordo dei parrocchiani: "Ci lascia una persona solare, sempre pronta a ridere, scherzare e a mettersi in gioco, la prima pronta a travestirsi per il carnevale e divertirsi con i bambini e i ragazzi"

La diocesi di San Rocco è in lutto per la morte di suor Giuliana Azzola, portata via dal Coronavirus. La donna, come spiega la rivista della diocesi Risveglio Duemila, è deceduta insieme ad altre tre consorelle a Sanremo, dove si era trasferita dopo aver passato ben 32 anni a Ravenna.

Tantissimi i parrocchiani e non solo che hanno voluto ricordarla su Facebook. "Sono trascorsi due anni da quando le Sorelle Figlie della Sapienza hanno lasciato la nostra comunità di San Rocco per raggiungere nuove mete e nuove missioni, ma il sopraggiungere della notizia della scomparsa della nostra suor Giuliana ci trasmette una grandissima tristezza, andando ad aumentare lo sconforto in questo già difficile momento - scrivono sulla pagina della parrocchia di San Rocco - Noi tutti ricordiamo “Suor Giuli” per il suo carattere forte e determinato e la sua schiettezza nel dire ciò che pensava, che la rendeva unica nel suo genere, ma quella determinazione la metteva sempre anche nel voler aiutare il prossimo ad ogni costo e questo la faceva guardare da tutti con stima e ammirazione. Ci lascia una persona solare, sempre pronta a ridere, scherzare e a mettersi in gioco, la prima pronta a travestirsi per il carnevale e divertirsi con i bambini e i ragazzi, bambini a cui ha dedicato tanto negli anni, con la catechesi, i campi scuola e con tutte le altre centinaia di occasioni che ci sono state, perché lei era lì, in prima fila pronta a dare una mano come poteva".

"La ricordiamo nelle sue passeggiate quotidiane nel quartiere, in tutte quelle persone che hanno bussato alla porta della parrocchia e hanno trovato il suo aiuto, nelle case in cui portava la Comunione a chi non aveva la possibilità di andare a messa, nei bambini che negli anni ha formato con la catechesi, perché ne ha visti davvero tanti, alcuni dei quali oggi sono ragazzi e giovani adulti che la ricordano con affetto - scrivono ancora dalla parrocchia - Nel gruppo che coordinava degli “Amici della Sapienza” faceva scoprire a tanti la storia dei fondatori Luigi Maria Grignion de Montfort, Marie-Louise Trichet, di cui era molto fiera. Oggi salutiamo un’amica che ci ha dato tanto senza mai chiedere nulla in cambio e che ricorderemo sempre, perché una persona come te è impossibile da dimenticare, per questo cara Suor Giuliana ti ringraziamo e ti auguriamo di trovare la pace che meriti nella Casa del Padre e ti chiediamo un ultimo favore: proteggici sempre da lassù.
Sarai sempre nelle nostre preghiere e nel nostro cuore, ti vogliamo bene Suor Giuli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento