Coronavirus, ordinanza "cintura": si varcano i confini dei comuni solo per motivi strettamente necessari

E' stato disposto "il divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporti pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute"

Nuova ordinanza dei ministeri della Salute e dell'Interno per fronteggiare la diffusione del coronavirus. E' stato disposto "il divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporti pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute". "E' la crisi che più difficile che il Paese sta affrontando dal Dopo Guerra - aveva dichiarato il premier Giuseppe Conte sabato sera in conferenza stampa -. Immagini che ci lasciano un segno nella nostra memoria. La morte di tanti concittadini è un dolore che ogni giorno si rinnova. Questi decessi, per i valori con i quali siamo cresciuti e condividiamo, non sono semplici numeri. Quelle che piangiamo sono persone e storie di famiglie che perdono gli affetti più cari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conte aveva aggiunto che ci vorrà tempo per vedere gli effetti delle misure già adottate: "Sono severe, perchè rinunciare a radicate abitudini non è facile, ma non abbiamo alternative. In questo momento dobbiamo resistere, perchè solo in questo modo possiamo tutelare noi stessi e chi amiamo. Il nostro sacrificio di rimanere a casa è peraltro minimo se paragonato a quello che stanno compiendo altri concittadini. Negli ospedali, nei luoghi cruciali per la vita del Paese c'è rischia molto di più. Penso ai medici, agli infermieri, alle forze dell'ordine, alle forze armate, al personale della Protezione Civile, ai lavoratori dei servizi pubblici e dell'informazione, farmacisti, autotrasportatori, commessi dei supermercati, che compiono un atto di grande responsabilità e amore nei confronti dell'Italia intera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

  • Donna "molesta" in un bar, ma quando la Polizia arriva lei è in balìa delle onde del mare: salvata

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento