menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Passeggiate con i figli, sì o no? Il sindaco chiarisce: "Usiamo il buon senso"

"Le regole sugli spostamenti per contenere la diffusione del Coronavirus non cambiano". Lo precisa il ministero dell'Interno dopo le polemiche suscitate dalla circolare di martedì

"Le regole sugli spostamenti per contenere la diffusione del Coronavirus non cambiano". Lo precisa il ministero dell'Interno dopo le polemiche suscitate dalla circolare di martedì. E a spiegarlo meglio è il sindaco di Ravenna Michele de Pascale: "Si può uscire dalla propria abitazione esclusivamente nelle ipotesi già previste dai decreti del presidente del Consiglio dei ministri: per lavoro, per motivi di assoluta urgenza o di necessità e per motivi di salute".

"La circolare del ministero dell'Interno del 31 marzo si è limitata a chiarire alcuni aspetti interpretativi sulla base di richieste pervenute al Viminale - spiega il primo cittadino - È stato specificato che la possibilità di uscire con i figli minori è consentita a un solo genitore per camminare, purché questo avvenga in prossimità della propria abitazione e in occasione di spostamenti motivati da situazioni di necessità o di salute. Per quanto riguarda l'attività motoria è stato chiarito che, fermo restando le limitazioni indicate, è consentito camminare solo nei pressi della propria abitazione. Usiamo il buon senso, non possiamo assolutamente creare occasioni di aggregazione per strada anche solo con i vicini. Con intelligenza possiamo gestire questa fase difficile per tutti, anche per i più piccoli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento