Cronaca

Coronavirus, la raccolta fondi dei lavoratori petrolchimici a favore dell'Ausl

Tramite la conversione delle proprie ore di lavoro i dipendenti dell’azienda Cray Valley Italia contribuiscono all’acquisto di apparecchiature e dispositivi sanitari

Alla già lunga lista di istituzioni, aziende e privati che sul territorio ravennate sono scese in campo con donazioni e iniziative di vario genere per contrastare l’emergenza sanitaria in corso va ad aggiungersi quella dell’azienda Cray Valley Italia che segue le iniziative intraprese da diverse imprese del petrolchimico ravennate.

La proposta partita da Nicola Carnicella, RSU della Femca Cisl, ha ottenuto un ottimo riscontro da parte di tutte le maestranze aziendali. I lavoratori hanno condiviso le motivazioni e le finalità della sottoscrizione Nazionale “Aiuta chi ci aiuta” lanciata da Cgil, Cisl e Uil, in accordo con la Protezione civile, per la raccolta di fondi da destinare al nostro sistema sanitario, contribuendo all’acquisto di apparecchiature e dispositivi per l’assistenza ai malati tramite la conversione di loro ore di lavoro in donazione all’Ausl Romagna. Un contributo è stato versato anche dall'azienda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la raccolta fondi dei lavoratori petrolchimici a favore dell'Ausl

RavennaToday è in caricamento