menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: spesa, farmaci a domicilio e altri servizi a sostegno dei cittadini in difficoltà

Servizi di volontariato, assistenza per la spesa, consegna farmaci e alimenti presso la propria abitazione. Una guida completa dei servizi gratuiti attivati in provincia di Ravenna

Sostenere le persone fragili è il primo obiettivo dei tanti servizi messi in moto sul territorio ravennate da Comuni, associazioni e imprenditori per rispondere all'emergenza Coronavirus. Purtroppo sono molti i cittadini anziani, i malati e le famiglie in difficoltà di fronte a questa crisi e per questo si sono attivate un po' in tutta la provincia delle iniziative solidali che prevedono la consegna a domicilio di spesa e medicinali, così come servizi di assistenza e sostegno psicologico per chi deve affrontare un periodo di quarantena e per chi soffre a causa dell'isolamento.

Attraverso questa guida ai servizi per anziani, persone fragili e famiglie in difficoltà passiamo in rassegna i tanti progetti avviati.

Spesa a domicilio

Tanti i servizi di spesa a domicilio attivati in tutta la Provincia. Oltre alle consegne a domicilio effettuate dalle aziende del territorio, sono attivi i servizi offerti dai Comuni di Faenza, Riolo Terme, Brisighella, Casola ValsenioCastel Bolognese, mentre a Lugo ci sono le attività di consegna coordinate dal Consorzio AnimaLugo.

Per affrontare l'emergenza alimentare, a Ravenna gli agricoltori del Mercato Contadino Coperto aderenti alla rete a km zero di Campagna Amica, lanciano l’iniziativa “Spesa sospesa del contadino a domicilio”. I produttori agricoli si sono attrezzati per consegnare la spesa a domicilio sul territorio urbano di Ravenna (per prenotare la consegna del mercoledì occorre contattare il 3478638450 il lunedì dalle 10 alle 13, anche via Whatsapp; per prenotare la consegna del sabato contattare il numero sopraindicato il giovedì, sempre dalle 10 alle 13). Gli stessi agricoltori invitano i cittadini che ricevono la spesa a casa a donare un bene alimentare alle famiglie più bisognose sul modello dell’usanza del “caffè sospeso”. In questo caso si tratta però di frutta, verdura, farina, formaggi, salumi o altri generi alimentari.

Nei Comuni della Bassa Romagna persone anziane sole e prive di rete famigliare possono contare su spesa a domicilio, buoni spesa, fornitura di beni di prima necessità e trasporto verso i luoghi di cura. Inoltre si attiva la fornitura della spesa "post pagata" consegnata a domicilio, una misura che risponde all'esigenza di tante persone che si trovano momentaneamente prive di liquidità. I volontari della Protezione Civile, su indicazione dei Servizi Sociali, provvederanno alla consegna della spesa in confezioni standard contenenti il fabbisogno alimentare per una settimana del valore di 25 euro per ogni componente il nucleo famigliare.
Attivato a Faenza un servizio gratuito di consegna a domicilio di spesa e farmaci da parte di alcuni Rioni faentini.

Cofra propone un servizio di spesa a domicilio rivolto alle persone anziane, immunodepresse o che vivono situazioni di difficoltà e per le quali uscire a comprare i beni di prima necessità rappresenta una problema. L’iniziativa è possibile grazie alla collaborazione del Nucleo Volontario e P.C. Associazione Nazionale Carabinieri di Faenza che si occuperà della ricezione degli ordini e della loro consegna, esclusivamente nel territorio faentino. Il servizio parte da giovedì 2 aprile e resta attivo fino al 30 aprile, salvo proroga delle normative in atto.
Le persone interessate possono comunicare telefonicamente ai volontari del Nucleo la propria lista della spesa, tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle 10.45, al numero 3488998472. I volontari inoltreranno le richieste ai referenti Cofra e gli addetti dei supermercati Cofra-Conad di Faenza predisporranno gli articoli richiesti in confezioni sigillate insieme allo scontrino. Nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, i volontari consegneranno a domicilio le spese nel rispetto delle normative sanitarie e incasseranno gli importi dovuti, in contanti o tramite Pos (bancomat, carte di credito e Conad Card).

Bonus spesa per cittadini in difficoltà: come fare

Il Servizio sociale associato dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi garantisce ai cittadini che ne hanno la necessità di usufruire del fondo speciale per l’acquisto di generi alimentari. Il taglio dei buoni erogati è di 30 euro. Le richieste dovranno essere effettuate esclusivamente in modalità telefonica. Si può telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e il giovedì anche dalle 15 alle 17. I numeri a disposizione:

  • 0544485521  riservato ai residenti nelle zone di Ravenna centro, Piangipane, Mezzano, Sant’Alberto (area territoriale 1);
  • 0544485570 riservato ai residenti nelle zone di Ravenna sud, San Bartolo, Ponte Nuovo, Madonna dell’Alberto, Fosso Ghiaia, Savio di Ravenna, Villanova di Ravenna, Borgo Montone, San Marco, Classe (area territoriale 2);
  • 0544485620 riservato ai residenti nelle zone dei lidi e nel quartiere Darsena (area territoriale 3);
  • 0544485763 riservato ai residenti nelle zone di San Pietro in Vincoli, Roncalceci, Castiglione di Ravenna (area territoriale 4);
  • 0544485850 riservato ai residenti del comune di Russi;
  • 3292104995 riservato ai residenti nel comune di Cervia;
  • gli apolidi e i senza fissa dimora devono chiamare lo 0544482584;
  • per informazioni di carattere generale si può chiamare lo 0544482550.

Da venerdì 3 aprile vengono erogati i buoni spesa alimentari alle famiglie residenti in uno dei Comuni dell’Unione della bassa Romagna. Questi buoni sono destinati in primis a persone e famiglie in condizioni di precarietà economica e che hanno subito una significativa riduzione della capacità reddituale a causa dell'emergenza Covid-19. I buoni (con importo variabile da 100 a 400 euro) sono utilizzabili negli esercizi commerciali convenzionati per l’acquisto di soli generi alimentari e di prima necessità: al momento i negozi convenzionati sono 23, presenti in ogni Comune e in diverse frazioni del territorio.
Le richieste per ottenere i buoni possono essere effettuate esclusivamente al telefono, contattando lo Sportello Sociale del proprio Comune di residenza dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Questi i numeri di telefono:

  • Alfonsine 0544866666 oppure 0544866635,
  • Bagnacavallo 0545280866,
  • Bagnara di Romagna 0545905502,
  • Conselice 0545986976,
  • Cotignola 0545908872,
  • Fusignano 0545955658,
  • Lugo 054538385 oppure 054538330,
  • Massa Lombarda 0545985886,
  • Sant’Agata sul Santerno 0545919914

Assistenza telefonica e a domicilio per gli anziani

Nei Comuni della Bassa Romagna (Alfonsine, Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda e Sant'Agata sul Santerno) è attivo un servizio di assistenza che offre supporto sia telefonico che a domicilio, inclusa la consegna di farmaci e di pasti a domicilio.
Offre supporto telefonico ai pensionati iscritti del territorio ravennate anche la Spi Cgil. E' possibile mettersi in contatto ai seguenti numeri: 0544 244211 (Camera del lavoro di Ravenna), 0545 913011 (Camera del lavoro di Lugo) e 0546 699611 (Camera del lavoro di Faenza).
L’Ausl Romagna e la Croce Rossa Italiana della Bassa Romagna, sede di Lugo, hanno attivato un servizio gratuito di assistenza psicologica dedicato alle persone che avvertono la necessità di aiuto. Un servizio di assistenza telefonica cui accedere tramite un numero dedicato per gli utenti della Provincia di Ravenna (339 5355892), oppure scrivendo una mail all’indirizzo psicologia.emergenza@auslromagna.it

Farmaci

Non manca la possibilità di ricevere farmaci a domicilio. Sono state attivate nuove modalità di consegna di farmaci e dispositivi medici a domicilio. Tale modalità riguarda anche medicinali abitualmente ritirati presso la distribuzione diretta nei punti erogativi ospedalieri. Il servizio di consegna domiciliare - effettuato tramite i volontari di Croce Rossa o altre Associazioni di volontariato – è invece prioritariamente rivolto a: anziani di età superiore ai 65 anni, disabili, immunodepressi, pazienti oncologici, persone Covid positive e in generale persone sole o con rete familiare assente o debole. La consegna può essere attivata dagli utenti, o da loro congiunti, con le seguenti modalità: contattando direttamente il numero verde della Croce Rossa 800065510; recandosi presso la farmacia di fiducia con il piano terapeutico che avrebbero portato al punto di distribuzione diretta; contattando la distribuzione diretta della farmacia ospedaliera del proprio ambito territoriale (a Ravenna dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 16:30 allo 0544287248 o 0544285200.

Viene potenziato il servizio gratuito Pronto Farmaco, attività in convenzione con il comune di Ravenna, farmacie private e comunali. Il servizio è rivolto a tutti coloro che siano impossibilitati a recarsi dal medico di famiglia o in farmacia e consiste nel ritiro di ricette o richieste dai medici di famiglia, nell’acquisto dei medicinali presso le farmacie e consegna, nel ritiro di referti, ausili per patologie croniche e piani terapeutici e consegna al domicilio dell’utente. Telefoni per accedere al servizio Pronto Farmaco: 0544482616 - 3665938218. Orari di accesso al servizio: dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12.Pronto Farmaco nei territori per consegna farmaci e spesa a domicilio: Auser Savarna 3204790783; Auser San Pietro in Vincoli 3440359262; Auser zona mare 3459478064; Auser Casal Borsetti e Porto Corsini 3202471134.

Il servizio gratuito di consegna domiciliare di farmaci è attivo anche nei Comuni di Faenza, Riolo Terme, Brisighella, Casola Valsenio e Castel Bolognese con diversi numeri telefonici attivi su ciascun territorio.

Distribuzione mascherine

Il Comune di Ravenna ha ricevuto dalla Regione Emilia Romagna la propria quota di mascherine, circa 70mila su un totale di 175mila per l'intero territorio provinciale. La modalità di distribuzione a Ravenna prevede la consegna di pacchetti contenenti 5 mascherine ciascuno.

Ravenna Farmacie, l’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Ravenna e Federfarma hanno sottoscritto un accordo con l’obiettivo di offrire a un prezzo controllato le mascherine chirurgiche, disponibili in un numero molto rilevante di farmacie, sia pubbliche che private.

Raccolta rifiuti per cittadini in quarantena

Con l'emergenza Covid-19 cambia il servizio di raccolta rifiuti per le persone in quarantena obbligatoria. I cittadini risultati positivi al Coronavirus devono infatti sospendere la raccolta differenziata, ma possono richiedere il ritiro straordinario dei rifiuti.

Raccolta alimentare 

Da lunedì 6 a mercoledì 8 aprile si svolge una campagna di raccolta alimentare davanti a tutti i supermercati del territorio di Russi: sarà possibile trovare i volontari del comune a cui donare i prodotti. In particolar modo si raccolgono pasta, riso, biscotti, scatolame, zucchero, sale, olio, caffè, latte a lunga conservazione, prodotti per l’igiene personale, prodotti per la casa, pannolini e assorbenti.

"Aiutiamoci", servizi di volontariato

Attraverso la rubrica speciale “Aiutiamoci” l'associazione "Per gli altri" offre la possibilità sia per le scuole che per i professionisti di compilare un modulo in cui manifestare il proprio interesse a ricevere o a elargire servizi. Per informazioni: https://www.perglialtri.it/it-IT/aiutiamoci/index-/?Item=coronavirus

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento