menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Slitta il pagamento dell'Imu: "E ora chiediamo a Hera di spostare la scadenza della Tari"

A parlare è il sindaco di Cervia Massimo Medri: "Un aiuto alle famiglie in difficoltà e un sostegno alle imprese che sono alla base della nostra economia"

"Stiamo cercando di fare di tutto per rispondere alle tante richieste dei cittadini di Cervia che chiedono informazioni e anche aiuti nei casi più complicati di persone sole o ammalate. Mi rendo conto che spesso non è sufficiente per alleviare i disagi delle famiglie che iniziano ad essere anche economici. Io stesso, pur garantendo il coordinamento delle azioni e delle decisioni da prendere giorno per giorno, sto adottando tutte le misure precauzionali possibili. Invito quindi i nostri cittadini a mantenere un atteggiamento e un comportamento responsabile per contenere la diffusione del virus. Sono certo che lo faremo e riusciremo a superare anche questa dura prova grazie al contributo di tutti".

A parlare è il sindaco di Cervia Massimo Medri: "Nel frattempo l'attività dell'amministrazione inerente il programma di legislatura prosegue per quanto riguarda le parte progettuale. Inevitabilmente sta subendo un rallentamento l'attività ordinaria, causata da una diminuzione del personale in servizio per ottemperare a tutte le misure di cautela e precauzione dettate dalle prescrizioni sanitarie. Gli stessi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria programmati subiranno alcuni rallentamenti a causa di difficoltà logistiche incontrate dalle ditte incaricate di eseguire i lavori, riduzione del personale attivo, mancata fornitura del materiale, ecc. Per cui alcuni interventi saranno dilazionati e realizzati in tempi diversi da quelli previsti. Siamo pronti già con molti progetti per il futuro di Cervia: dal bando internazionale di progettazione per il Parco urbano alla redazione del Parco Letterario, dalle misure per il contenimento dell'uso della plastica all'implementazione della rete di mobilità leggera, e tanti altri progetti che ci permetteranno alla fine di questa emergenza, di rilanciare la nostra città in grande stile. Noi continuiamo a lavorare per essere pronti non appena le condizioni generali ce lo permetteranno".

"A questi impegni, che cercheremo di mantenere e di implementare, si aggiunge un ulteriore necessità dovuta al terribile momento che stiamo attraversando - aggiunge il primo cittadino - Un aiuto alle famiglie in difficoltà e un sostegno alle imprese che sono alla base della nostra economia complementari alle misure contenute nei decreti governativi e nelle ordinanze regionali: per quanto riguarda gli interventi a sostegno dell'economia, sul versante dei tributi comunali è previsto lo slittamento di almeno 3 mesi, dal 16 giugno al 16 settembre, del versamento al Comune della prima rata della nuova Imu di competenza comunale, la quota statale sugli immobili di categoria D mantiene la scadenza del 16 giugno; inoltre si sta valutando di richiedere a Hera lo slittamento della prima rata di pagamento della tassa sui rifiuti dal 31 maggio al 30 settembre; oltre a questo, supporto economico alle piccole imprese femminili titolari di servizi educativi 0-3 anni convenzionati con il Comune mediante pagamento di una mensilità sia nella quota a carico del Comune che in quella a carico della famiglia. Per quanto riguarda gli interventi a sostegno del turismo, è prevista la costituzione di una campagna promozionale a forte intensità da avviare appena usciti dal periodo di emergenza, oltre alla riduzione abbonamenti parcheggi riservati ad alberghi. Sarà necessario rivedere le scelte del bilancio comunale e prevedere nuove priorità, anche alla luce delle più che probabili mancate entrate nelle casse del Comune. Abbiamo già previsto i possibili scenari che si presenteranno dopo la crisi. Sono ovviamente previsioni che andranno aggiornate in base agli sviluppi di queste settimane e al perdurare della situazione di emergenza".

"Viste anche le ripercussioni a livello internazionale, ci auguriamo che vengano varate delle norme in grado di supportare l'attività degli enti locali nei prossimi mesi - conclude Medri - In particolare i comuni turistici devono essere messi in grado, subito, di poter ripartire con adeguate campagne promozionali e con il rilancio degli investimenti sia di parte pubblica che di parte privata. Come prime indicazioni devono essere allentati i vincoli per la contrazione dei mutui e rivisti i parametri di definizione del fondo di solidarietà; questo secondo aspetto consentirebbe a un numero consistente di comuni turistici di poter fare affidamento su risorse aggiuntive, fra l'altro provenienti dai rispettivi territori, per sopperire alle mancate entrate. Nel caso perduri questa situazione di estrema gravità, non è escluso che si debba dar vita a un fondo di solidarietà sociale, in grado di aiutare le persone e le famiglie a rischio di sopravvivenza come del resto previsto dal Decreto del Governo. Come sostegno alle imprese metteremo in campo tutte le azioni possibili e rientranti nelle competenze del Comune per dilazionare i pagamenti della fiscalità locale e per diminuire i costi di gestione".

Inoltre il sindaco Medri ha chiesto la collaborazione dei cittadini a segnalare le situazioni ritenute non corrette: "A tal proposito si raccomanda di formalizzare eventuali denunce con la massima cautela e unicamente ed esclusivamente tramite i canali ufficiali, rivolgendosi alla Polizia locale e alle forze dell'ordine che interverranno di conseguenza. Si ricorda che la diffusione di immagini, con qualunque mezzo, senza il necessario consenso del soggetto ritratto potrebbe essere passiva di denuncia penale. Il sindaco e gli uffici comunali restano a disposizione per intervenire prontamente in caso di necessità, chiedendo di utilizzare i mezzi istituzionali messi a disposizione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento