Cronaca

Coronavirus, tre nuovi casi al Maria Cecilia Hospital: hanno tra i 47 e i 73 anni

I primi due pazienti risultati positivi nella giornata di sabato, invece, si mantengono in condizioni stabili

Dei sei nuovi casi di Coronavirus emersi in provincia di Ravenna tra domenica e lunedì, tre di questi sono ricoverati all'ospedale Maria Cecilia Hospital di Cotignola. Nell’opera di prevenzione e contenimento della diffusione del virus, la direzione dell'ospedale domenica ha segnalato all'Ausl Romagna i tre pazienti ricoverati la cui situazione necessitava di approfondimenti.

L’esito dei tamponi effettuati, pervenuto nel primo pomeriggio di lunedì, ha confermato la positività dei pazienti. Si tratta di un uomo di 73 anni della provincia di Firenze, un uomo di 60 anni della provincia di Ragusa e un uomo di 47 anni della Sardegna, tutti ricoverati nel reparto di Neurochirurgia. I pazienti erano già stati precauzionalmente spostati in area separata dagli altri degenti, al fine di garantire la sicurezza e l’igienizzazione degli altri reparti. Si sta monitorando la situazione del personale entrato in contatto con i pazienti. I primi due pazienti risultati positivi nella giornata di sabato, invece, si mantengono in condizioni stabili.

"Rispetto ai tre nuovi casi di positività che si sono riscontrati tra pazienti del Maria Cecilia Hospital – sottolinea il sindaco di Cotignola, Luca Piovaccari - si tratta di tre residenti fuori regione e l’Ausl, come previsto dai protocolli, con l’indagine epidemiologica ha individuato tutti coloro che, per motivi sanitari o parentali, hanno avuto contatti stretti con questi pazienti attivando la misura dell’isolamento domiciliare a tutela loro e con l’obiettivo di contenere la situazione. Era difficile pensare che dopo le prime positività non vi fossero ulteriori casi, ma la situazione è continuamente monitorata e si stanno mettendo in campo tutte le possibili procedure per fare fronte a questa situazione inedita. Stiamo seguendo l’evolversi della situazione in stretta sinergia con il Dipartimento di sanità pubblica e la Direzione della clinica per dare corso immediatamente ai vari provvedimenti di quarantena volontaria, indispensabili per contenere al massimo il contagio. Faccio un appello a tutte le persone oggetto di queste disposizioni cautelative a rispettarle con responsabilità e rigore; solo con comportamenti individuali corretti possiamo contribuire attivamente a rallentare il contagio, riducendo il carico assistenziale sul nostro sistema sanitario".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, tre nuovi casi al Maria Cecilia Hospital: hanno tra i 47 e i 73 anni

RavennaToday è in caricamento