rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Corsi di musica interrotti, Ama Ravenna: "A rischio 80 futuri musicisti"

Il capogruppo Daniele Perini: "Il problema e rappresentato dalla decisione dell’ufficio scolastico provinciale di Ravenna, che ha stabilito di interrompere questa esperienza"

Le leggi dello Stato riconoscono il diritto agli studi musicali: da anni, a Ravenna, un gruppo di docenti di strumento cerca di promuovere l’apertura di nuovi corsi a indirizzo musicale nelle scuole di istruzione secondaria di primo grado e la provincia di Ravenna è una delle poche in cui non sono stati aperti nuovi corsi da quando nel 1999 la legge lo consente, con l’unica eccezione della scuola don Minzoni, corso aperto nel 2009 che costituisce, oggi, una consolidata realtà della città.

"Più di 50 ragazzi risultano esclusi dalla scuola ogni anno - spiega il capogruppo in consiglio di Ama Ravenna Daniele Perini - Nel 2015 si riuscì faticosamente ad aprire tre nuovi corsi a Faenza, a Brisighella e all'istituto comprensivo statale Darsena: ma il vero problema oggi è rappresentato dalla decisione dell’ufficio scolastico provinciale di Ravenna che ha stabilito di interrompere tale esperienza, non concedendo più le ore per le classi prime, né per l’anno scolastico 2016/2017, né per il prossimo, con la preoccupante conseguenza che il prossimo anno scolastico esse concluderanno il loro ciclo di studi, poi l’esperienza è destinata a morire".

"Il danno che ne deriverà - continua Perini - appare enorme, privando più di 80 ragazzi della provincia di Ravenna della concreta possibilità di imparare ad usare uno strumento, in maniera assolutamente gratuita, senza dimenticare che con tale opportunità va perduta una felice occasione a favore di ragazzi che vivono in situazioni socialmente difficili (si pensi a talune realtà del quartiere Darsena) di accrescere attraverso la musica un non facile percorso di integrazione. Chiediamo dunque al sindaco e alla giunta di attivarsi al fine di scongiurare questo pericolo concreto, garantendo la continuità dei corsi e predisponendo un necessario piano programmatorio rivolto al medio lungo periodo, in una prospettiva auspicabilmente decennale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsi di musica interrotti, Ama Ravenna: "A rischio 80 futuri musicisti"

RavennaToday è in caricamento