Aspiranti volontari: al via il nuovo corso della Pubblica Assistenza di Ravenna

I volontari del soccorso verranno impiegati prevalentemente in attività di trasporto infermi, di emergenza sanitaria territoriale, di assistenza sanitaria ad eventi e manifestazioni

Foto di repertorio

Lunedì 12 settembre, alle ore 20.30, nella sede della Pubblica Assistenza di Ravenna in via Meucci 25, inizierà il nuovo corso gratuito teorico-pratico per aspiranti Volontari del Soccorso, aperto a tutti i cittadini che abbiano compiuto almeno 16 anni. Durante il corso, articolato in 24 serate di due ore ciascuna (tre a settimana), saranno trattati argomenti sanitari di primo soccorso, traumatologia, anatomia e fisiologia, conoscenza delle attrezzature e dei presidi presenti sulle ambulanze, prove pratiche e simulazioni di soccorso.

Dopo aver superato l’esame finale sugli argomenti trattati, i corsisti potranno terminare il periodo di addestramento in ambulanza e successivamente frequentare il corso di rianimazione cardiopolmonare con utilizzo del defibrillatore e disostruzione delle vie aree adulto, pediatrico e lattante, certificato American Heart Association di cui la Pubblica Assistenza di Ravenna è centro di formazione autorizzato. Il percorso di formazione, articolato e strutturato in linea con le direttive regionali, viene poi completato da periodici corsi di aggiornamento e specializzazione, per garantire alla città una risposta di assistenza sanitaria e sociale adeguata, efficace e tempestiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I volontari del soccorso verranno impiegati prevalentemente in attività di trasporto infermi, di emergenza sanitaria territoriale, di assistenza sanitaria ad eventi e manifestazioni. Chi eventualmente non si sentisse “pronto” per il servizio in ambulanza potrà comunque proseguire l’attività come autista nei mezzi utilizzati per il trasporto dei disabili e dei dializzati, come operatore di centrale o comunque svolgendo altre attività all’interno dell’Associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento