menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Corti da sogni", aperte le iscrizioni per la 20esima edizione del Festival

Ai premi storici, nell’edizione del 2019 si aggiunge una nuova menzione che sarà assegnata da una giuria composta da alcuni detenuti della casa circondariale di Port’Aurea di Ravenna

Il festival internazionale "Corti da Sogni - Antonio Ricci" giunge alla ventesima edizione. La manifestazione da anni raccoglie i migliori cortometraggi realizzati a livello nazionale e internazionale. Ogni anno si ritrovano a Ravenna registi, attori e produttori, italiani e stranieri, per intense giornate di cinema e incontri. Per partecipare al festival è necessario iscrivere i cortometraggi nei portali www.shortfilmdepot.com o www.filmfreeway.com. Il termine per l’iscrizione è il prossimo 4 febbraio.

La ventesima edizione presenta diverse novità, a partire dalla durata del festival che per la prima volta si svolgerà nell’arco di cinque giornate. La manifestazione, organizzata in collaborazione con il Comune di Ravenna - assessorato alla Cultura, è in programma da martedì 14 a sabato 18 maggio a Ravenna. Avrà luogo nel prestigioso Teatro Rasi e, grazie alla collaborazione con Cinema in centro, nella sala cinematografica Mariani.

Parte centrale della manifestazione rimarrà il concorso con le sue sezioni e i premi: “European Sogni Award” per il migliore cortometraggio europeo; “Sogni d’Oro” per il più meritevole dei corti extraeuropei; “Premio Giuseppe Maestri”, dedicato al celebre incisore ravennate per la migliore opera di animazione; “Made in Italy” riservato ai migliori cortometraggi italiani; “Frequenze in corto” per il migliore videoclip; “Mitici Critici” in cui i protagonisti sono gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado ed, infine, la menzione “Creatività in corto” destinata al lavoro più originale e decretata dal pubblico in sala. “Premio Scuola di cinema”: riservato alle scuole di cinema italiane e internazionali. Ai premi storici, nell’edizione del 2019 si aggiunge una nuova menzione che sarà assegnata da una giuria composta da alcuni detenuti della casa circondariale di Port’Aurea di Ravenna, con cui si è avviato un interessante progetto che ha per filo conduttore il cinema e i cortometraggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento