menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cotignola, nuova illuminazione per i parchi diffusi di quartiere: 80mila euro di intervento

L’Amministrazione comunale di Cotignola ha recentemente potenziato l’illuminazione in alcune aree verdi del territorio, per renderle più sicure e maggiormente fruibili ai cittadini.

L’Amministrazione comunale di Cotignola ha recentemente potenziato l’illuminazione in alcune aree verdi del territorio, per renderle più sicure e maggiormente fruibili ai cittadini. L’intervento più importante ha riguardato il Parco Pertini, dove è stata completata l’illuminazione del percorso pedonale che cinge il lago: negli scorsi mesi sono stati installati ulteriori 28 punti di illuminazione a palo verticale di 4 metri di altezza, con lampade a led, per una potenza totale di 1,5 kW. Apprezzamento notevole è stato espresso non solo dai frequentatori ma anche dalle associazioni che qui organizzano parte della loro attività, dedicata a giovani e meno giovani: i Podisti Cotignola, la Società Ciclistica Cotignolese e l’ASD pesca sportiva “Nino Grilli”.

Nel Parco Bacchettoni (via Cairoli) sono stati installati diversi punti luce che consentono ora una gradevole sosta nel centro del paese, durante la passeggiata serale, magari per apprezzare anche il grande murale dedicato alla Segavecchia.

Altri interventi riguardano i parchetti di quartiere di via Cassani/via Giovanni XXIII, quello di via Pietro Nenni e infine l’area verde di via Aldo Moro: sono stati installati lampioni a led a basso consumo energetico, con fascio direzionato in modo da evitare inutili dispersioni e inquinamento luminoso. Questi rendono fruibili, ove presenti, gli arredi urbani e i giochi per i bambini anche nelle ore serali.

Il costo totale dell’intervento è di 80mila euro. “Questo ulteriore intervento si inserisce nel solco tematico della sicurezza dei luoghi pubblici - ha dichiarato il vicesindaco con delega all’Urbanistica e all’Ambiente Pier Luca Baldini - con particolare attenzione all’abbattimento del consumo energetico. In particolare i cosiddetti parchi di quartiere, diventano aree più utilizzabili dai cittadini residenti, che non sono più costretti a dover cercare altrove aree illuminate distanti dalle loro abitazioni. Il riscontro da parte dei cittadini è stato immediato e consistente in molti ringraziamenti”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento