menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19, semaforo verde per i rimborsi ai pendolari del trasporto pubblico locale

Sarà la Regione a fornire le indicazioni utili agli interessati, comunicando le procedure per accedere ai rimborsi, in modo così da evitare di recarsi anzitempo agli sportelli delle aziende di trasporto, rischiando inutili affollamenti

I titolari di abbonamento ad autobus, treni e ai mezzi di trasporto pubblico locale, che non hanno potuto usufruirne a causa dell'emergenza Coronavirus, saranno rimborsati. Il provvedimento è reso possibile dai fondi stanziati dal Governo con il Decreto Rilancio Italia. Sarà la Regione a fornire le indicazioni utili agli interessati, comunicando le procedure per accedere ai rimborsi, in modo così da evitare di recarsi anzitempo agli sportelli delle aziende di trasporto, rischiando inutili affollamenti. 

"Abbiamo avuto la conferma dall’assessore regionale Andrea Corsini che sono in arrivo rimborsi per i pendolari e studenti che a causa del corona virus non hanno potuto usufruire per i mesi di fermo del servizio di trasporto pubblico locale - commenta il delegato ai Trasporti Claudio Lunedei -. Una misura doverosa attesa da tanti nostri concittadini. Il provvedimento è reso possibile dal decreto rilancia Italia. Non appena possibile sarà la Regione a fornire indicazioni utili agli interessati ai rimborsi”.

Sulla questione interviene anche il capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi: "Il problema è stato sollevato da Lista per Ravenna al sindaco De Pascale il 7 maggio. Occorre riconoscere alle famiglie dei nostri concittadini che frequentano scuole o centri professionali lontani da casa il rimborso dei pagamenti effettuati per il servizio di cui non abbiano potuto usufruire a causa dell’emergenza coronavirus. Si tratta peraltro di attività d’impresa che fanno tutte capo a società interamente pubbliche, partecipate direttamente o indirettamente anche dal Comune di Ravenna: Start Romagna o Tper per gli autobus, Trenitalia-Tper per i treni regionali".

2Ponevamo anche un principio di equità di trattamento, giacché il Comune aveva già riconosciuto analoghi rimborsi alle famiglie degli alunni residenti nelle proprie zone non servite dalla linea pubblica, che, usufruendo a pagamento del trasporto scolastico comunale, ne hanno subìto le medesime interruzioni. Il Governo ha inserito nel decreto “Rilancio”, che sarà convertito in legge a breve, appositi fondi per rimborsare i pendolari che non hanno potuto utilizzare il proprio abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico locale a causa dei blocchi da coronavirus. Saranno le Regioni a definire le modalità operative dei rimborsi al fine che gli interessati ricevano le indicazioni utili per ottenerli. Non c’è dubbio che ne abbiano pieno diritto i pendolari dei servizi scolastici o di formazione professionale. Questione di coerenza e di giustizia".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento