Cronaca

Crollo dei cavalcavia, Civici Ravenna chiede maggiori controlli

Spadoni: "Cominciano a essere troppi i crolli dovuti probabilmente alla carente manutenzione, se non alla scarsa qualità dei materiali usati, nonostante vi siano capitoli di spesa destinati a tali scopi

Il crollo di diversi ponti e cavalcavia del territorio nazionale negli ultimi mesi fa preoccupare l'intera penisola. "Questi crolli suggeriscono all’ente provinciale di Ravenna un’accurata indagine del patrimonio di proprietà o di competenza dell’ente stesso - commenta Gianfranco Spadoni, consigliere "Civici" provincia di Ravenna - Cominciano a essere troppi, infatti, i crolli dovuti probabilmente alla carente manutenzione, se non addirittura alla scarsa qualità dei materiali usati, nonostante vi siano capitoli di spesa specificamente destinati a tali scopi, oltre a relative verifiche e collaudi tecnici. Se la rete stradale è assolutamente malridotta con pericolose crepe e piena di buche, per analogia, potrebbe essere compromessa la tenuta delle infrastrutture, specie i ponti e i viadotti, a causa di problemi di pressione idraulica, di carenze strutturali e, non ultima, di cattiva manutenzione".

"Per questo s’invita il presidente della Provincia - continua Spadoni - a precisare se i servizi dell’ente di piazza dei Caduti si sono attivati per controllare a tappeto la sicurezza di tutte le strutture del territorio con collaudi statici, monitoraggi vibrazionali, analisi della vetustà delle infrastrutture e altre verifiche circostanziate. Si chiede, inoltre, di fornire l’elenco di tutte le opere e dei relativi interventi eseguiti o programmati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo dei cavalcavia, Civici Ravenna chiede maggiori controlli

RavennaToday è in caricamento