menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra i libri di cucina nascondeva cocaina, hashish e marijuana: cuoco in manette

All’interno della camera da letto dell’abitazione, fra i ricettari del cuoco, gli investigatori dell’Antidroga hanno rinvenuto e sequestrato diversi involucri

La Polizia di Stato ha arrestato un cuoco ravennate 40enne per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sabato pomeriggio, nell’ambito dei servizi di contrasto al consumo e allo smercio di sostanze stupefacenti, gli agenti della Squadra Mobile hanno effettuato una perquisizione domiciliare nei confronti dell'uomo che, rintracciato poco prima nella zona di via Marche, aveva manifestato immotivati segni di nervosismo per il controllo a cui era sottoposto.

All’interno della camera da letto dell’abitazione, fra i ricettari del cuoco, gli investigatori dell’Antidroga hanno rinvenuto e sequestrato diversi involucri occultati all’interno dei mobili e in particolare un involucro in cellophane con all’interno 46,5 grammi di cocaina, un altro contenente 62 grammi di hashish, un terzo contenente 55,5 grammi di marijuana, quattro panetti di hashish del peso complessivo di 400 grammi, 3,4 grammi di cocaina, una busta contenente grammi 725 marijuana, un sacchetto contenente 42 grammi di mannitolo oltre a due bilance elettroniche di precisione e al materiale per il confezionamento della droga.

Gli uomini della Squadra Mobile, nella circostanza, hanno inoltre proceduto al sequestro della somma di 220 euro, ritenuta provento dell’attività illecita. Il 40enne, al termine delle formalità di legge, è stato dichiarato in stato d’arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto al carcere di Ravenna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento