Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Da degrado a centro commerciale con una piazza e un parcheggio: il recupero dell'ex Amga

Nell'area degradata sorgerà infatti una struttura di vendita alimentare e sarà riqualificato il percorso che segue le mura storiche della città

Nuovo corso in arrivo per il comparto ex Amga di Ravenna, tra via Venezia e via di Roma e tra la Rocca Brancaleone e Porta Serrata. Nell'area degradata sorgerà infatti una struttura di vendita alimentare e sarà riqualificato il percorso che segue le mura storiche della città. 

Martedì pomeriggio il consiglio comunale ha dato infatti il via libera - con 17 voti favorevoli, tre contrari, Gruppo misto e Ravenna in Comune, e otto astenuti, il resto dell'opposizione - al piano di recupero che prevede, spiega il passaggio in aula l'assessore all'Urbanistica Federica Del Conte, due varianti al Poc: da un lato destinare la struttura di vendita a usi alimentari; dall'altro la possibilità di "non costruire un limite fisico tra aree pubbliche e private ad uso pubblico". Il tutto "per valorizzare la fruizione e rendere il progetto più armonico e coordinato, con al centro il recupero del fabbricato esistente e il percorso per le mura storiche".

Gli usi previsti sono quelli commerciali, per una superficie di 1.400 metri quadrati di vendita e 400 a magazzino, con parcheggi; usi residenziali, altri 1,400 metri quadrati; e aggregativi con la copertura per una piazza pubblica e spazio verde. Il progetto, conclude, è "controllato, studiato e approfondito sotto tutti i punti di vista". E "rigenererà quella parte di centro storico".

Critico Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna: se infatti che si metta mano a un'area degradata è un "elemento positivo", il problema della viabilità "non viene risolto" e il traffico aumenterà. "Non c'era il bisogno in quella zona di un nuovo centro commerciale e di una nuova area residenziale". Perplesso anche Marco Maiolini del Gruppo misto, 1.400 metri quadrati di commerciale-alimentare "sono troppi".

Di tutt'altro avviso Marco Turchetti del Partito democratico: si tratta di una "svolta rispetto al passato" e sono state ridotte le quantità edificatorie. "L'operazione è in linea con gli obiettivi di valorizzazione del centro storico". Dello stesso avviso Chiara Francesconi del Partito repubblicano: a favore del progetto ci sono la "minore capacità di edificazione concessa e la riqualificazione dell'area e di parte delle mura, fondamentali nel disegno futuro della città", mentre sui possibili problemi di traffico potrebbe pesare più lo scarico merci che l'afflusso di macchine per il supermercato. (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da degrado a centro commerciale con una piazza e un parcheggio: il recupero dell'ex Amga

RavennaToday è in caricamento