rotate-mobile
Cronaca Faenza

Da Faenza a Vienna per celebrare la più grande ceramica murale al mondo

L’opera, composta da un ciclo di sei pannelli ciascuno di 64 metri quadri, fu realizzata a Faenza dall’artista austriaco Maitre Leherb (1933-1997) nel periodo dal 1981 al 1992

L’Associazione Alteo Dolcini e l’Ente Ceramica Faenza celebrano i 25 anni dal completamento della grande opera ceramica “Die Kontinente”. L’opera, composta da un ciclo di sei pannelli ciascuno di 64 metri quadri, fu realizzata a Faenza dall’artista austriaco Maitre Leherb (1933-1997) nel periodo dal 1981 al 1992 ed è collocata nell’atrio della sede universitaria della facoltà di Economia in Augasse a Vienna. La dimensione totale di 384 mq fa di “Die Kontinente” la più grande opera ceramica artistica murale mai realizzata al mondo.

Leherb scelse Faenza per la sua fama internazionale di città delle ceramiche e qui risiedette a lungo con la moglie Lotte Prohofs per completare i sei pannelli grazie al contributo e alla partecipazione dei ceramisti faentini. Il rapporto di amicizia e collaborazione con Alteo Dolcini (1923-1999), fondatore nel 1977 dell’Ente Ceramica Faenza, maturò in quegli anni. Il 3 dicembre 1992 a Vienna si svolse la cerimonia d’inaugurazione dell’ultimo pannello “Australien”, alla presenza delle massime autorità federali austriache. Venticinque anni dopo, nel quarantesimo anno di attività dell’Ente Ceramica Faenza, l’Associazione Alteo Dolcini ha voluto ricordare gli eventi con una targa ceramica che sarà posta a Vienna nella sede universitaria che ospita l’opera “Die Kontinente”. Il testo della targa è un tributo sia a Leherb sia ai ceramisti faentini protagonisti di quella felice collaborazione e conferma il ruolo vitale di Faenza, tra innovazione e tradizione, quale capitale mondiale della ceramica. A Faenza, nel Salone delle Bandiere della residenza municipale, dal 18 dicembre saranno esposti tre pannelli celebrativi con immagini e documenti relativi alla creazione dell’opera e sarà disponibile una brochure informativa. I pannelli resteranno esposti fino al 17 gennaio 2018, ricorrenza di Sant’Antonio protettore dei ceramisti.

"Siamo molto felici di poter celebrare i 25 anni dell'opera 'Die Kontinente' e il contributo dato da Dolcini, uno degli uomini chiave per lo sviluppo del sistema ceramico nella nostra città nel recente passato - commenta Massimo Isola, vicesindaco e assessore alla ceramica di Faenza, Presidente di Ente Ceramica Faenza - Ancora una volta Faenza parla un linguaggio internazionale, toccando Vienna, una grande capitale europea, simbolo del multiculturalismo: è per noi importante recuperare questa memoria storica e valorizzarla, cogliendo nella nostra storia spunti di riflessione e tasselli importanti per la costruzione del nostro presente ceramico. In questo senso si inseriscono infatti, a fianco della celebrazione a Vienna, i tre pannelli che esporremo nella Sala delle Bandiere, per raccontare a tutti i cittadini questa storia importante e ricca di significati".

Leherb 1989 Faenza6-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Faenza a Vienna per celebrare la più grande ceramica murale al mondo

RavennaToday è in caricamento