rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Castel Bolognese

Dà in escandescenza al ristorante: il rapporto di lavoro si chiude con una pluridenuncia

La giovane, regolare in Italia ed assunta a tempo indeterminato, era entrata disaccordo col datore di lavoro, mettendosi in malattia

Si è concluso con una pluridenuncia a piede libero il rapporto di lavoro tra una ventenne moldava ed il titolare di un ristorante cinese di Castel Bolognese. La giovane, regolare in Italia ed assunta a tempo indeterminato, era entrata disaccordo col datore di lavoro, mettendosi in malattia. Durante il periodo d'assenza la ragazza si presentava comunque al ristorante, consumando i pasti che le venivano offerti. L'imprenditore è venuto a scoprire che la dipendente avrebbe fatto cattive recensioni sui social network.

A quel punto tutte le volte che si presentava al locale per consumare il pasto veniva invitata a pagare. Il 10 dicembre la giovane ha dato in escandescenza, ingiuriando contro un cameriere e tirando piatti per terra, il tutto davanti ai clienti del ristorante. La ventenne è stata fermata dal personale. Nella circostanza la ragazza ha lamentato anche una collutazione, chiedendo l'intervento del 118. Ma dagli accertamenti non erano emerse lesioni. Sul posto erano giunti anche i Carabinieri per stemperare gli animi e verbalizzare i fatti.

Alcuni giorni più tardi la giovane è tornata al locale ed anche in questa circostanza ha dato in escandescenza. L'imprenditore ha segnalato l'episodio agli uomini dell'Arma. I Carabinieri della Compagnia di Faenza, al termine dell'attività investigativa, hanno denunciato la donna per minacce, danneggiamenti e molestie nei confronti dei colleghi e dei clienti del ristorante. Il datore di lavoro ha avviato la praticamente di licenziamento per giusta causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà in escandescenza al ristorante: il rapporto di lavoro si chiude con una pluridenuncia

RavennaToday è in caricamento