Da Ravenna si imbarcano le componenti offshore per la Scozia

Nelle scorse settimane sono stati imbarcati 40 componenti di impianti offshore destinati alla costruzione di un campo eolico al largo della costa scozzese

Nelle scorse settimane sono stati imbarcati, dal terminal container Tcr del porto di Ravenna, 40 componenti di impianti offshore destinati alla costruzione di un campo eolico al largo della costa scozzese. Si tratta di parte della fornitura di 168 pile grippers, tripodi in ferro sui quali sono installate le turbine eoliche, realizzati dall'azienda F.lli Righini Srl, importante azienda ravennate, leader della progettazione e costruzione di impianti per i settori Oil&Gas, Offshore Wind e Offshore Decommissioning.

Le operazioni di spedizione, curate da Tcr, rappresentano per il Terminal ravennate la conferma, quale porto di imbarco, della capacità tecnica di soddisfare le esigenze di aziende a carattere internazionale con particolari offerte di servizio. Si rafforza così, affermano in Tcr, il legame con il territorio e il suo porto capace di esprimere sempre maggiore competitività: "Questo progetto è per noi molto importante in quanto ci consolida sul mercato dell'Offshore Wind in forte sviluppo; il porto di Ravenna per noi è cruciale per raggiungere destinazioni internazionali, e con Tcr e Global Service contiamo su di un valore aggiunto che si esprime in termini di efficienza, capacità logistica e professionalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento