Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Daini di Lido di Classe: i cittadini 'ci mettono la faccia' per difenderli

I cittadini hanno deciso di 'metterci la faccia', condividendo delle fotografie indossando mascherine con scritto 'daini vivi'. "Queste sono persone che hanno veramente a cuore animali ed ambiente"

"Occorre fare il punto sulle attività di controllo e selezione dei daini nella Pineta di Classe e Lido di Volano". A chiederlo qualche giorno fa, in un’interrogazione, è la consigliera regionale Giulia Gibertoni (Gruppo Misto) che ricorda come “nonostante recinzioni e dissuasori veri e propri (non catarifrangenti e reti fatte male e troppo basse) avrebbero potuto essere la corretta sperimentazione per dimostrare facilmente che i daini del Lido di Classe e del Lido di Volano sono un valore aggiunto e non un problema e che ci sono tutti i mezzi a basso costo per prevenire ogni reciproca interferenza, con una delibera l’Assessorato ha proseguito senza ascolto di tutte le istanze annunciando il trasferimento del nucleo di ungulati. Nell’ultima delibera relativa alla gestione dei daini di Ravenna e del Lido di Volano, infatti si parla di catture con telenarcosi, corral e reti a caduta. Quindi di trasferimenti presso privati, presso allevamenti e presso distretti individuati nel Piano caccia regionale, dove però i daini trasferiti si sostiene che non sarebbero cacciati in forza di una speciale marcatura”.

"Il capitolato per definire i dettagli dell’affidamento del servizio di cattura è in via di definizione; non è possibile specificare modalità di cattura e inizio delle operazioni. Per quanto riguarda il bando di manifestazione di interesse per i privati, si stanno svolgendo approfondimenti, immaginiamo quanto febbrili. Il progetto finalizzato al controllo della fertilità si sta valutando e non è possibile definirne modalità e sostenibilità. Impossibile conoscere il numero dei daini destinati agli allevamenti da carne, con buona pace di chi continua a sostenere che si opera per il benessere animale - commentano le associazioni animaliste Animal Liberation, Clama Ravenna, Cruelty Free, Lega del cane e Italia Nostra Ravenna -  Possibile che si presenti una delibera di cui, alla fine dei conti, non è dato conoscere un minimo dettaglio esecutivo? Non sarà, forse, un modo per rendere volutamente evanescente la questione e continuare ad asserire che lo si fa “per il loro bene”? Non sarà che, una volta noti i dettagli, non si potrà più nascondere che la fine di questi animali innocenti sarà il massacro? La Regione Emilia Romagna, la Giunta e l’assessore Mammi non rispondono ai cittadini".

I cittadini, invece, hanno deciso di 'metterci la faccia', condividendo delle fotografie indossando mascherine con scritto 'daini vivi'. "Queste sono persone che hanno veramente a cuore animali ed ambiente e che, a differenza dei daini e di tutti gli animali, si recheranno alle urne alle prossime elezioni", concludono le associazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daini di Lido di Classe: i cittadini 'ci mettono la faccia' per difenderli

RavennaToday è in caricamento