menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Daini in pineta a Classe, la Regione: "Nessun abbattimento: li sterilizzeremo e li trasferiremo"

È quanto sostenuto dall’assessore regionale all’Agricoltura, Simona Caselli, rispondendo ad alcune interrogazioni consiliari martedì in Assemblea legislativa

"Non c’è alcun piano di abbattimento dei due nuclei di popolazione di daini presenti nelle pinete di Lido di Classe e Lido  di Volano. E la caccia alla volpe in tana è vietata, con la sola eccezione di interventi giustificati da motivi di sicurezza idrogeologica". È quanto sostenuto dall’assessore regionale all’Agricoltura, Simona Caselli, rispondendo ad alcune interrogazioni consiliari martedì in Assemblea legislativa.

"Sono prive di fondamento - ha spiegato Caselli - le notizie che a più riprese hanno attribuito alla Regione Emilia-Romagna la volontà di avviare, per quanto riguarda i daini, interventi di abbattimento. Per azzerare le problematiche riguardanti la presenza di un numero elevato di questi ungulati - l’ultimo censimento del 2018  ne ha contati complessivamente 311, il doppio rispetto al 2016  - che creano pericoli per il traffico di automezzi nelle strade adiacenti alle due aree, la Giunta regionale sta lavorando a un Piano sperimentale per la gestione condiviso con gli altri enti territorialmente interessati: Carabinieri Forestali e Parco del Delta del Po. Un piano che prevede la cattura e la sterilizzazione degli animali e il loro trasferimento presso strutture idonee messe a disposizione dai privati o in aree di presenza storica di questa specie sul territorio regionale”.

“L’operazione - ha precisato Caselli - sarà condotta a più riprese, per numeri limitati di capi e sarà affidata a personale tecnico specializzato in operazioni analoghe effettuate con successo nella Riserva naturale di Castelporziano e nel Parco di San Rosso. L’intervento è stato illustrato recentemente anche al Prefetto di Ravenna, alla luce del concreto pericolo per la pubblica incolumità rappresentato dalla presenza di un numero così elevato di animali di grossa taglia in un territorio molto abitato e attraversato da un importante asse viario di interesse nazionale. Il Piano prevede la preventiva installazione da parte di Anas e dei soggetti gestori delle strade che attraversano l’area di sistemi di prevenzione per evitare incidenti stradali e di cartelli monitori per gli automobilisti".

“Anche se la Regione, rispondendo a una mia interpellanza, ha assicurato che non ci sarà nessuna carneficina di daini, credo che si possa fare molto di più per scongiurare qualsiasi tipo di problema relativo alla loro presenza nella pineta di Classe. Prima di parlare di spostamenti forzati o di trasferimenti costosi credo che si dovrebbe investire di più e meglio in metodi alternativi come la realizzazione di un efficace sistema di recinzioni o l’installazione di dissuasori - dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 stelle Giulia Gibertoni - La Regione ha finalmente chiarito come non ci sia nessun piano di abbattimento di questi animali; sicuramente una buona notizia, ma a cui dovrebbe essere seguire a mio avviso un impegno maggiore da parte della Regione nell’attuazione di quelli che sono dei sistemi e metodi ecologici per cercare di tutelare al massimo sia l’incolumità degli animali che quella delle persone: penso ai tanti automobilisti che transitano in quella zona di traffico elevato. Se è vero, come l’assessore Caselli ha ricordato martedì in aula, che la popolazione dei daini è più che raddoppiata negli ultimi anni all’interno della pineta, sarebbe opportuno capire se allo stesso modo è cresciuto l’impegno per limitare i possibili problemi. Ecco perché rinnovo la mia richiesta di effettuare un sopralluogo in quella zona proprio per capire cosa si è fatto fino ad oggi e cosa è necessario ancora fare. Di certo il nostro grande ringraziamento va alle associazioni animaliste che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno a questa causa inviando anche centinaia di mail all’Assemblea Legislativa proprio per sensibilizzare la politica a un tema molto importante".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento