menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal Governo 55 milioni di euro per il Parco del Delta del Po

Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza del Paese il Governo ha inserito tra i 14 progetti strategici come grandi attrattori culturali il Parco del Delta del Po

Buone notizie per il ravennate. Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza del Paese il Governo ha inserito tra i 14 progetti strategici come grandi attrattori culturali il Parco del Delta del Po, al quale è stato riconosciuto uno stanziamento di ben 55 milioni di euro. 

“Esprimiamo grande soddisfazione – commentano il sindaco di Ravenna e presidente della Provincia Michele de Pascale e il consigliere provinciale delegato Alessandro Barattoni - Si tratta di una zona di importanza determinante per il nostro territorio, ed evidentemente l’intero Paese, sulla quale in questi anni abbiamo investito molto, sia in termini di impegno che di risorse, anche per superare alcune criticità pregresse. Come territorio provinciale di Ravenna siamo già pronti ad avanzare proposte e abbiamo già predisposto alcuni progetti per quando arriveranno i finanziamenti. Si apre una nuova stagione per il Parco del delta del Po, per un futuro all’insegna della valorizzazione e della promozione, mettendo al centro la tutela, la sostenibilità e il turismo naturalistico”.

“Un riconoscimento importante da parte del Consiglio dei ministri al Parco del Delta del Po, che insieme all’area Mab Unesco, è cruciale per la promozione dell’intera asta del Grande Fiume. Un grazie in particolare al ministro Franceschini per l’impegno e l’attenzione rivolta a questa area di così straordinario pregio naturalistico - è il commento dell’assessora regionale alla Montagna, parchi e forestazione Barbara Lori - La valorizzazione dei parchi, custodi della biodiversità e scrigni culturali oltre che ambientali  trova pieno sostegno anche nelle iniziative della Regione, fortemente impegnata per la promozione di aree strategiche come questa, che possono diventare anche uno strumento fondamentale di valorizzazione del territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento