Dal rifiuto della mascherina sul bus alla rissa: "L'aggressore è ancora in libertà"

A parlare è Lorenzo Zandoli, responsabile provinciale dei giovani della Lega: "Ad oggi, a distanza di 10 giorni, ci risulta che l’individuo sia ancora a piede libero e pericoloso"

"Il vergognoso e intollerabile episodio di violenza verificatosi il 3 agosto a Casola Valsenio, dove un uomo si è rifiutato di indossare la mascherina protettiva pretendendo di portare una bottiglia di birra su un bus e all’invito di rispettare le regole ha aggredito chi tentava di fermarlo, non è da dimenticare". A parlare è Lorenzo Zandoli, responsabile provinciale dei giovani della Lega: "Ad oggi, a distanza di 10 giorni, ci risulta che l’individuo sia ancora a piede libero e pericoloso. I cittadini sono esasperati e ci segnalano come l’uomo fosse seguito dai servizi psichiatrici. Auspico che il sindaco sia a conoscenza dei fatti e che possa intervenire quanto prima per garantire l’incolumità delle persone ed evitare che possa verificarsi un altro episodio del genere. Il sindaco ironizzava che si tratta di un italiano e non di un extracomunitario come qualcuno sperava. Si smetta di considerare la Lega razzista. Noi vogliamo sicurezza e giustizia, il rispetto delle regole soprattutto per garantire il benessere di tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

  • Investita mentre attraversa sulle strisce: donna in condizioni gravissime

  • Azienda in crisi e lavoratori a rischio, lo sfogo di una dipendente: "Ci hanno abbandonati"

  • Coronavirus, 53 nuovi casi nel ravennate: anziani positivi in casa di riposo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento