Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Dalla food bag all'acqua 'a km zero': nasce a Ravenna una rete di ristoranti green

L’adesione al circuito green è gratuita e consente ai ristoratori che adotteranno le azioni virtuose di essere riconoscibili grazie al marchio dedicato ‘Ravenna Futura’

Ai nastri di partenza il progetto sperimentale ‘Ravenna Futura’, nato da una proposta di HeraLAB, il laboratorio di idee di Hera, e sostenuto dal Comune di Ravenna per la promozione della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare nelle attività produttive, che prende avvio dai ristoratori, una delle categorie più penalizzate dalla pandemia. In questo periodo complesso in cui predomina il desiderio di ritorno alla normalità, la tutela dell’ambiente può essere una prima leva per ripartire: l’emergenza sanitaria, infatti, ha fatto emergere nuove priorità, aumentando la consapevolezza e l’attenzione dei consumatori verso la scarsità delle risorse naturali e l’impatto dei propri consumi, favorendo la transizione verso scelte sostenibili. Anche il rilancio degli esercizi commerciali potrà quindi contraddistinguersi per scelte gestionali più orientate al green e alla sostenibilità.

L’iniziativa è il risultato di un percorso di partecipazione con l’obiettivo di creare una rete di “pubblici esercizi green”, che abbiano a cuore la sostenibilità ambientale. Tre le azioni concrete previste per il rispetto dell’ambiente: oltre alla corretta gestione differenziata dei rifiuti, la riduzione degli sprechi alimentari tramite la promozione della food bag e la valorizzazione dell’acqua di rete con la relativa somministrazione ai propri clienti. Il progetto verrà avviato a partire dalla categoria dei ristoratori, ovvero di quegli esercenti dotati di cucina e servizio al tavolo che nello svolgimento della propria attività si impegnino ad adottare queste pratiche sostenibili. L’adesione al circuito green è ovviamente gratuita e consente ai ristoratori che adotteranno le azioni virtuose di essere riconoscibili grazie al marchio dedicato ‘Ravenna Futura’ e di poter fruire di specifiche iniziative di promozione e valorizzazione, realizzate dalla multiutility in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

La campagna di comunicazione prevede diversi materiali e gadget a disposizione degli aderenti, fino ad esaurimento scorte: oltre a vetrofanie e volantini, sono stati realizzati specifici contenitori e sacchetti per il cibo avanzato dai clienti, in grado di garantirne anche l’igiene e la sicurezza per le fasi di trasporto e conservazione (iniziativa denominata “E Scartoz”). Ma non solo: gli esercenti saranno sensibilizzati a servire al tavolo acqua di rete, sicura, buona ed economica (iniziativa denominata “Acqua Doc a Km 0”). Saranno messe a loro disposizione anche bottiglie in vetro, dal design ricercato che richiama l’arte del mosaico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla food bag all'acqua 'a km zero': nasce a Ravenna una rete di ristoranti green

RavennaToday è in caricamento