menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalle ceneri di un vecchio edificio nasce una nuova struttura per anziani

La comunità alloggio ha una capienza di dodici posti distribuiti in quattro camere doppie e quattro camere singole. Sono presenti locali di uso comune quali un soggiorno, una sala da pranzo e una cucina

Sabato 19 gennaio è in programma alle 10.30 l’inaugurazione della nuova comunità alloggio posta nel centro storico di Lugo, a fianco della Casa Protetta Sassoli in via Fermini 4. Interverranno, accanto all’amministratore unico dell’Asp dei Comuni della Bassa Romagna Pierluigi Ravagli, al direttore Monica Tagliavini e alla coordinatrice della Sassoli Michela Coveri, il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il sindaco referente dell’Unione della Bassa Romagna per le Politiche sociali Eleonora Proni e il consigliere regionale Mirco Bagnari. Ci sarà poi un saluto da parte di don Bruno Resta, rettore del Pio Suffragio di Lugo. Seguirà una visita guidata. All’evento è invitata tutta la cittadinanza.

Il nuovo servizio è una struttura residenziale per anziani, da 12 posti, messa a disposizione della comunità lughese con risorse proprie dell’Asp attraverso un importante investimento, consistente nella demolizione di un vecchio fabbricato residenziale fatiscente e nella successiva costruzione di un nuovo edificio. "La struttura – spiega l’amministratore unico dell’Asp Pierluigi Ravagli – è stata progettata e realizzata secondo le più moderne concezioni in materia di prestazioni strutturali, energetiche e di dotazioni impiantistiche consone alla tipologia di ospiti che l’andranno a utilizzare. Il nuovo servizio è stato realizzato con l’intento di dare risposta a una fascia intermedia di utenza che per gravità non riesce ad entrare in graduatoria per il servizio di Casa Protetta ma che si trova nelle condizioni di non potere continuare a gestire la quotidianità all’interno della propria abitazione".

La comunità alloggio ha una capienza di dodici posti distribuiti in quattro camere doppie e quattro camere singole. Sono presenti al piano terra dell’edificio locali di uso comune quali un soggiorno, una sala da pranzo e una cucina. Gli utenti che andranno a occupare i dodici posti potranno usufruire, qualora lo ritengano utile, dei servizi presenti all’interno dell’adiacente Casa Protetta Sassoli quali la quotidiana attività di animazione e il servizio pasti. L’importo complessivo dell’intervento, realizzato dall’Asp dei Comuni della Bassa Romagna con risorse proprie, è stato di un milione e 200mila euro. Per l’acquisto degli arredi è stato utilizzato un contributo di 18mila euro messo a disposizione dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Ravenna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento