rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Faenza

Faenza, danni al cubo alato: non un atto vandalico, ma un incidente

Gli investigatori erano già sulle loro tracce grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza

Non un atto vandalico, ma un incidente. Si sono presentati spontaneamente al comando della Polizia Municipale di Faenza i responsabili del danneggiamento del "Cubo Alato", l'opera di Carlo Zauli che svetta davanti alla stazione ferroviaria. Gli investigatori erano già sulle loro tracce grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Secondo quanto ricostruito, l'ala del cubo si è staccata dopo che uno dei ragazzi si era appoggiato alla struttura. Dopo il fatto i quattro si sono allontanati. La notizia ha fatto il giro del web, spingendo i ragazzi a presentarsi alla Polizia Municipale e fornire la loro versione dei fatti. Si tratta di quattro giovani, tra i quali due ragazze. Il Comune deciderà quali azione mettere in atto ai danni dei responsabili. Alcune testimonianze riferiscono che due ragazzi si erano invece seduti sull'ala, poi ceduta. Gli accertamenti sono ancora in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, danni al cubo alato: non un atto vandalico, ma un incidente

RavennaToday è in caricamento