rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Lidi ravennati

Locali devastati e fiumi d'acqua in strada: i danni della mareggiata nel Ravennate

La forte mareggiata da Scirocco ha trasformato strade e viottoli in veri e propri torrenti d'acqua che causano non soltanto gravi disagi alla circolazione, ma anche danni ai locali e agli stabilimenti sul litorale

La potente mareggiata che martedì mattina ha investito la costa ravennate causa forti danni nelle località marittime. Una forte ingressione marina ha causato danni e allagamenti in varie località della costa. Strade invase dall'acqua a Marina di Ravenna, ma una situazion particolarmente grave si sarebbe verificata nel corso della mattinata a Lido Adriano, specie nelle vie più vicine alla costa. La forte mareggiata da Scirocco ha infatti trasformato strade e viottoli in veri e propri torrenti d'acqua che causano non soltanto gravi disagi alla circolazione, ma anche danni ai locali e agli stabilimenti sul litorale. Le forze dell'ordine sono impegnate sui lidi ravennati per verificare i danni e regolare la circolazione del traffico. Tanti anche gli interventi dei Vigili del Fuoco.

I danni della mareggiata del 22 novembre nel Ravennate (foto Massimo Argnani)

Nel corso della mattinata i danni principali sono stati segnalati nelle località di Lido Adriano e Marina di Ravenna, dove la mareggiata ha invaso le strade superando la spiaggia. Allagata la diga foranea sud di Marina, come anche la diga nord di Porto Corsini. A Punta Marina, invece, l'ingressione marina avrebbe distrutto parte della duna di protezione nella spiaggia di fronte allo stabilimento balneare Baloo. Grande preoccupazione anche a Lido di Dante, con le dune e la spiaggia aggredite dalla mareggiata. Apprensione per la pineta Ramazzotti, mentre la golena e i capanni sul mare sono stati invasi dalle onde. Gli stabilimenti balneari sono stati colpiti dall'ingressione marina, mentre per il momento le case di Lido di Dante sarebbero state risparmiate dal maltempo.

Il Coc (Comitato operativo comunale) è riunito da martedì mattina nella sede della Polizia locale, con attive tutte le funzioni necessarie a monitorare e gestire l’attuale situazione di maltempo. Dalle 17 alla mezzanotte di martedì si prevede che possano esserci ulteriori fenomeni di ingressione marina, per effetto del moto ondoso e delle maree. Pertanto, sempre a partire indicativamente dalle 17, alcune strade del litorale potranno essere chiuse alla circolazione, consentendo il passaggio ai soli residenti. Si raccomanda di non recarsi nelle frazioni costiere se non per motivi di necessità (esempio spostamenti casa – lavoro), di  non accedere comunque ai tratti di strada prospicienti il litorale, agli scantinati e ai box interrati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Locali devastati e fiumi d'acqua in strada: i danni della mareggiata nel Ravennate

RavennaToday è in caricamento