La chiamata del Sommo Poeta agli artisti: cercasi logo e naming per Dante 2021

C’è ancora tempo per partecipare alla selezione per individuare un logo e un naming che rappresentino il settimo centenario dantesco del 2021 a Ravenna

C’è ancora tempo per partecipare alla selezione per individuare un logo e un naming che rappresentino il settimo centenario dantesco del 2021 a Ravenna. Entro le 12,30 del 29 marzo va presentata l’iscrizione preliminare, mentre i progetti, redatti secondo le indicazioni del bando, andranno presentati entro e non oltre le 12,30 del 3 aprile. I candidati saranno liberi di realizzare l’idea grafica nell’ottica a loro più congeniale, rappresentando gli aspetti caratterizzanti delle celebrazioni della città per l’anniversario dei 700 anni della morte di Dante.

Lunedì 18 marzo alle 11,30, nella Sala Dantesca della Biblioteca Classense, tutti gli interessati alla procedura di selezione potranno partecipare a un incontro e conoscere l'insieme dei valori, delle attività e degli spazi che concorrono al programma delle celebrazioni dantesche nel 2020 e nel 2021. Sarà Maurizio Tarantino, dirigente dell’Unità organizzativa Politiche e attività culturali, a illustrare quanto per Ravenna sia importante Dante e il percorso celebrativo del centenario, in termini di memoria, azioni e passione.   Infatti l’obiettivo principale dell’individuazione dell’identità visiva è di dare conto della portata storica e simbolica di Ravenna nella vicenda e nel lascito di Dante, nella formazione del culto dantesco a partire dai valori universali e plurali della sua opera.

Il concorso

La selezione avverrà in due fasi. Nella prima una giuria di tecnici esaminerà i progetti nel rispetto del loro anonimato seguendo i seguenti criteri: caratteristiche concettuali, estetiche, espressive; efficacia comunicativa e qualità della proposta in ordine alla relazione tra Ravenna e Dante; funzionalità e applicabilità ai diversi utilizzi e contesti istituzionali. Al temine della procedura la giuria renderà noti i giudizi espressi in merito alle prime tre proposte selezionate senza definire una graduatoria. Nella seconda, le tre proposte selezionate dalla giuria verranno sottoposte ad una procedura di selezione partecipata. La votazione si terrà il 29 aprile alle 20,00 al Teatro Rasi nell'ambito della Chiamata pubblica organizzata dal Teatro delle Albe – Ravenna Teatro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scelta del logo vincitore, così come quella del secondo e del terzo classificato, avverrà al temine della serata dopo la presentazione dei progetti. Sotto la direzione artistica del Teatro delle Albe verranno chiamati i soggetti ideatori dei tre progetti selezionati che potranno presentare al pubblico il proprio lavoro e l'idea creativa da cui è scaturito. Risulterà vincitore il progetto che, sui tre selezionati dalla giuria, avrà ottenuto il maggior numero di preferenze nella votazione a cui potranno partecipare tutti i presenti. La proposta vincitrice sarà premiata con un premio di 4.000 euro. Il secondo e il terzo classificato riceveranno rispettivamente un premio di 2.000 euro e di 1.000 euro. Al termine della procedura di selezione il Comune di Ravenna si riserva la facoltà di affidare il servizio di ideazione e progettazione di una declinazione esecutiva dell'immagine coordinata, all'ideatore del progetto classificato al primo posto, fatti salvi gli adeguamenti e le necessarie tarature conseguenti al passaggio dalla prima fase ideativa al progetto esecutivo, nel pieno rispetto dell'idea originaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Il Coronavirus strappa alla vita Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque

Torna su
RavennaToday è in caricamento