Dante 2021, il Ministro Franceschini: "Faremo un investimento mai visto prima sugli eventi"

"Vorrei che fiorissero migliaia di iniziative e che non ci fosse Comune o impresa che non organizzi qualcosa nel 2021 per ricordare Dante"

"L'investimento che vogliamo fare sul 2021 per le celebrazioni di Dante non riguarda semplicemente una serie di eventi ordinari e dovuti, ma un livello di organizzazione, che vorrei poter dire mai visto prima, per un anno in cui si riscopre l'orgoglio e l'identità nazionale che manca molto al nostro Paese". Lo ha detto il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in occasione della presentazione del sostegno di Poste italiane alle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante nei piccoli Comuni.

"Il Comitato nazionale è di altissimo livello, sono arrivate 322 proposte. Ci sarà l'impegno mio e del ministero per supportare le attività con le risorse che riusciremo a reperire - ha aggiunto il ministro che ha voluto lanciare due appelli - Il primo è che oltre a quelle promosse dal Comitato vorrei che fiorissero migliaia di iniziative e che non ci fosse Comune o impresa che non organizzi qualcosa nel 2021 per ricordare Dante, che è stato uno dei primi ad aver parlato di Europa". Franceschini ha quindi parlato del ruolo degli istituti italiani di cultura all'estero, di una "grande mostra alle Scuderie del Quirinale" e delle iniziative già in corso, come la valorizzazione del cammino che collega Ravenna a Firenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi, il secondo appello: "Vorrei che il lavoro meritorio di Poste rivolto ai piccoli Comuni, che sono patrimonio delle identità locali troppo spesso trascurato, fosse un esempio per molte altre grandi imprese italiane pubbliche o private. Non si possono sottrarre dal fare qualcosa per questi 700 anni perchè Dante è l'Italia e tutte le imprese che esportano nel mondo hanno il grande supporto di avere l'Italia dietro. Sono convinto che succederà. Vorrei vedere questo impegno per le celebrazioni sui treni di Ferrovie e sui voli Alitalia. E vorrei anche che la Rai producesse qualcosa per il 2021 da far circuitare in Italia e nel mondo, so che c'è già un ragionamento in questo senso". Dante, ha detto infine Franceschini, "è in grado di coinvolgere perchè rappresenta molte cose di cui abbiamo bisogno: l'unità del Paese e la riscoperta dell'identità e dall'orgoglio. Questo e' l'inizio di un percorso in cui, se ci sarà impegno, faremo bene al Paese". (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

Torna su
RavennaToday è in caricamento